ARRIVANO DALL’ ALBANIA PER CONSEGNARE UN GROSSO CARICO DI DROGA, MA IL ‘GROSSISTA’ CHE LI ASPETTAVA SU DI UN CAMPER VICINO MERINE ERA UN AGENTE DELLA GUARDIA DI FINANZA SOTTO COPERTURA. SEI ARRESTATI, TRE ALBANESI E TRE SALENTINI

| 2 marzo 2016 | 1 Comment

(e.l.)______Brillante, grossa operazione della Guardia di Finanza di Lecce. Sessantasei chili di marijuana sequestrati, valore centocinquantamila euro. Sei arresti, richiesti dal sostituto procuratore Guglielmo Cataldi ed emessi dal gip Michele Toriello. Sgominata l’ organizzazione che faceva arrivare la droga dall’ Albania al ricco mercato del Salento. Il merito va a finanzieri sotto copertura che si erano abilmente infiltrati fra le fila dei trafficanti (nella foto, gli agenti della serie di telefilm ‘Graceland’).

Sono finiti in carcere (nelle foto piccole) Pasquale Giannone, 32 anni, Antonio Leo, 37, e Albino Volpe, 58 anni, tutti di Melendugno, e gli albanesi Bastri Caushaj, 54 anni, residente a Merine; Dorjan Pashaj, 31 anni, di Durazzo, e Leonidha Lapaj, 37 anni, di Valona.

Questi ultimi due sono stati colti sul fatto, mentre erano arrivati con il grosso quantitativo da consegnare a quelli che credevano spacciatori all’ ingrosso: in realtà, erano gli agenti della guardia di finanza infiltrati nel clan salentino, attiguo alla Sacra Corona Unita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Peppino ha detto:

    Tanto domani saranno di nuovo liberi di spacciare.

Lascia un commento