“Devi andare via di qui, questa è la nostra piazza”, RISSA NELLA NOTTE NEL PIAZZALE DELLA STAZIONE FRA PARCHEGGIATORI ABUSIVI, ARRESTATI DUE SENEGALESI

| 11 marzo 2016 | 1 Comment

(g.m.)______Nella tarda serata di ieri, è scoppiata una rissa nel piazzale davanti alla stazione ferroviaria di Lecce. Un cittadino marocchino e uno tunisino sono stati picchiati a sangue da una “banda” di immigrati senegalesi, che non ne avevano gradito la presenza da “parcheggiatori abusivi”, ritenuta di proprio monopolio. Gli agenti della squadra mobile della Questura hanno arrestato due degli aggressori.

Ecco quanto è avvenuto nella ricostruzione degli inquirenti (nelle foto, alcune scene delle violenze).

Il cittadino marocchino, di 39 anni, era a Lecce da un paio di settimane e, non avendo altri mezzi di sostentamento, e non essendo riuscito a trovare lavoro, aveva cominciato a fare il parcheggiatore nel piazzale Oronzo Massari abusivo nella zona della stazione, dormendo poi all’interno dei locali ferroviari e mangiando presso la Caritas.

Verso le 23, è stato avvicinato da sei persone di colore, “capitanati” da un giovane conosciuto negli ambienti di via Duca Degli Abruzzi e dintorni con il soprannome di “Base”.

Proprio lui gli intimava di dargli 5 euro e, non avendoli avuti, gli sferrava uno schiaffone così potente, da farlo cadere a terra.

Gli altri cinque connazionali di “Base”, senegalesi, a quel punto hanno cominciato a infierire sul giovane marocchino dolorante a terra, accanendosi su di lui con calci e pugni, mentre gli ripetevano frasi tipo: “Dacci i soldi che hai guadagnato oggi” e “poi devi andare via di qui, questa è la nostra piazza”.

Uno dei senegalesi gli tirava contro anche una grossa pietra.

In suo aiuto, arrivava a questo punto un amico di nazionalità tunisina, di 27 anni, anch’ egli parcheggiatore abusivo, che però finiva presto per essere anch’ gli picchiato con violenza dai senegalesi, che lo colpivano anche sassi.

Il pestaggio è durato fino a quando non sono arrivati dalla vicina Questura gli agenti della Volante, che nel frattempo erano stati allertati dal 113.

A quel punto gli aggressori sono fuggiti, ma poco dopo i poliziotti sono riusciti a raggiungerne e bloccarne due, portati subito in Questura.

Portati invece al pronto soccorso del ‘Vito Fazzi’ gli aggrediti.

Il giovane marocchino è stato dimesso dopo le cure con una prognosi di sette giorni.

Il giovane tunisino è invece ancora in ospedale per accertamenti.

I due aggressori senegalesi fermati sono stati arrestati e portati in carcere.

Sono Karim Fofama (foto in basso), 22 anni, e Chelikh Modou Gueye, 32 anni.

 

Category: Costume e società

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. M5S Lecce, Salentini uniti con Beppe Grillo - tramite redazione ha detto:

    Giovedì scorso in piazza Oronzo Massari, il piazzale antistante la stazione ferroviaria, si è verificata una violentissima rissa tra cittadini extracomunitari per l’accaparramento delle posizioni di parcheggiatori abusivi.

    Episodi simili sono sempre piu’ frequenti nelle zone limitrofe alla stazione anche ad opera di cittadini italiani, generano insicurezza e paura tra i viaggiatori che obbligatoriamente devono percorrere quelle vie per raggiungere la ferrovia; anche chi giunge in auto per accompagnare i viaggiatori con i loro bagagli e’ sottoposto a pressioni paragonabili all’estorsione con minacce per il pagamento della sosta.

    Il portavoce Maurizio Buccarella, su richiesta degli attivisti del MeetUp Salentini uniti con Beppe Grillo, evidenzia come questi episodi sono sempre piu’ frequenti non solo nei dintorni del piazzale Oronzo Massari ma sull’intero territorio cittadino sul quale il controllo delle autorità si limita ad interventi sanzionatori per le violazioni al codice della strada.

    È arrivata l’ora che l’amministrazione comunale si prenda le sue responsabilità ed impieghi le forze di Polizia Municipale per tutelare la sicurezza dei residenti e dei turisti non certo solo con l’elevazione di verbali per le auto in infrazione ma con una seria e costante presenza per contrastare la delinquenza legata al triste fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

    Si impegni questa amministrazione a restituire il decoro dovuto ad una Citta’ con vocazione turistica come Lecce.

Lascia un commento