LA LEGA ITALIANA LOTTA AI TUMORI DI LECCE INDAGHERA’ SULLE CAUSE DELL’ ELEVATA INCIDENZA DEI TUMORI

| 17 marzo 2016 | 0 Comments

(g.a.)______Con i soldi avuti col 5Xmille del 2013, la Lega Italiana Lotta ai Tumori finanzierà un progetto di ricerca scientifica della sede di Lecce dell’ associazione.

Costa 120.000 euro e si chiama “Sistemi di valutazione di diagnosi precoce delle correlazioni tra genotossicità dei suoli e neoplasie in aree a rischio per la salute umana”.

Insomma, ne sapremo di più, o comunque ne avremo la spiegazione scientifica, sulle cause dell’ elevatissima incidenza dei tumori nel Salento.

Il progetto prevede l’effettuazione di indagini chimico-fisiche e biologiche dei suoli pertinenti a quelle aree territoriali della nostra provincia, che presentano elevati tassi di incidenza e mortalità per tumore, rilevati dagli studi epidemiologici.

In sostanza, si intende accertare un eventuale nesso significativo tra fattori di rischio presenti in loco e sviluppo abnorme di patologie oncologiche nella popolazione.

Il presidente della Lilt di Lecce, il dottor Giuseppe Serravezza (nella foto), ha spiegato che “si tratta di un approccio scientifico e concettuale, nel campo della lotta ai tumori, che ritengo strategico e foriero in prospettiva di promettenti risultati, che consentano, una volta individuate le “cause”, di affrontare con migliori probabilità di successo la lotta alla malattia, che sempre più sta divenendo presente nel nostro territorio.

Il progetto vede la collaborazione della LILT di Lecce, dell’Università del Salento, del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Lecce e del Settore Ambiente della Provincia di Lecce (che cofinanzia per 20.000 euro l’indagine). Si è inteso in tal modo mobilitare e far agire in sinergia le competenze scientifiche e le Istituzioni del territorio, affinché si acquisisca tutti consapevolezza della posta in gioco e per aprire la strada ad un approccio concettuale e ad un metodo che crediamo possano essere esemplari per ulteriori sviluppi”.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento