ALL’ “EUROVISION SONG CONTEST” DI STOCCOLMA UN’ ALTRA PROVA DELLA DECADENZA DELL’ ARTE ITALIANA

| 15 maggio 2016 | 0 Comments

di Luca Fiocca______

Si è conclusa nella notte, alla Ericsson Globe Arena di Stoccolma, la finale della 61° edizione dell’Eurovision Song Contest 2016, e la Nostra Francesca Michielin si è classificata sedicesima, confermando le più rosee perplessità della vigilia. Come più volte sottolineato su leccecronaca.it  non è una novità e non lo raccontiamo solo oggi: la decadenza dell’arte italiana si sta facendo sentire in questo quantomai buio momento storico, soprattutto nel confronto con le realtà estere, più aggressive e virtuose di noi.

Il brano ascoltato ieri denota una totale mancanza di grinta, di personalità, e di seduzione da parte di Francesca. È ora di finirla con le melodie da figli di papà, tutto bon ton e lustrini, sorrisi e simpatia.

Non è sufficiente vincere un reality per sfondare come cantanti.

Coraggio, mistero, fisicità, energia e creatività sono alla base di un’opera artistica degna di nota. E ieri ne abbiamo vista molto ma molto poca. Sorvolerei sull’abito, vero affronto al Made in Italy, ma non sulla sconsiderata idea del ritornello in inglese. Ah ah ah ah ah, una trovata da far cadere le braccia. Ancora una volta non abbiamo il coraggio di cantare interamente in italiano, piegandoci a politiche mitteleuropee, e finendo per ripudiare la nostra stessa lingua.

I due cronisti commentatori Rai, poi, che si sforzano di essere simpatici a tutti i costi, ricordano l’italiano medio maccheronico del passato, tutto chiacchiere e distintivo, pizza e mandolino. Rubo un commento trascritto su Facebook dall’amico Paolo: “‘In Australia adesso è l’alba perché lì hanno il jet lag’. Solo una delle innumerevoli perle della serata. Il commento di Flavio Insinna e di Federico Russo all’appena terminato Eurovision Song Contest giustifica da solo l’evasione del canone RAI’.

E mi fermo qui per non essere troppo politicamente scorretto.

Si salvi chi può…

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento