“Ci scusiamo per il disagio”, E ALL’ ULTIMO MOMENTO L’ ASSOCIAZIONE ‘LAICA’ ANNULLA IL CONVEGNO CON GLI EURODEPUTATI DEL ‘FRONTE NAZIONALE’. MATTEO SALVINI DEVE LIMITARSI AD UNA SCORPACCIATA DI OSTRICHE IN UN RISTORANTE DI GALLIPOLI, DOVE HA PRESENTATO IL CANDIDATO A SINDACO DELLA SUA LISTA

| 20 maggio 2016 | 1 Comment

(g.p.)______”Splendida Gallipoli! L’immigrazione clandestina è un disastro, nel Salento come in Lombardia. O la fermiamo adesso oppure fra poco saranno gli italiani ad essere profughi (RENZI COMPLICE)“, così il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha commentato il suo soggiorno di questa mattina a Gallipoli, dove ha partecipato alla presentazione del candidato a sindaco alle elezioni del 5 giugno della lista “Noi con Salvini” Sandro Quintana, con un pranzo in ristorante.

Ha poi pure accennato alla questione della Xylella: “Il governo è colpevole, l’Europa anche, la Regione non ha fatto tutto ciò che poteva. Per trovare rimedi io avrei ascoltato più i pugliesi che gli pseudo scienziati“.

Questa sera era stato annunciato alle 18 un convegno sul tema, organizzato a Lecce dall’ associazione di imprese e professionisti salentini “Laica”, nella sua sede di via Cesare Abba, con la partecipazione dello stesso Salvini e di una delegazione di europarlamentari francesi del Fronte Nazionale.

Un incontro riservato agli associati, era stato detto. Per questo appare incomprensibile il comunicato con cui il presidente di Laica ha reso noto all’ ultimo momento, nel pomeriggio, la decisione di annullare la manifestazione, e di prendere le distanze dagli invitati: “L’evento prevedeva un dibattito sul tema della xylella e dell’immigrazione che avrebbe visto la contestazione di alcune delle posizioni assunte dal Front National, a nostro parere estremamente discutibili,  ma siamo costretti ad annullare l’evento per una questione di sicurezza. Abbiamo infatti  registrato l’adesione di un numero così alto di persone da non consentire lo svolgimento della manifestazione stessa. Vogliate scusarci per eventuali disagi arrecati”.

Insomma, prima ti invito a casa mia, poi in extremis ti sbatto la porta in faccia, e ti contesto.

Inutile, per una ragione o per l’ altra, a Lecce ci dobbiamo sempre fare riconoscere.

 

Category: Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giorgio ha detto:

    La verità è che Laica e il suo presidente Fasano si sono preoccupati di essere attaccati, e non solo verbalmente, dagli antagonisti, o del centro sociale o se preferite dai Terra Rossa, che poi sono sempre le stesse persone.
    Insomma coloro che parlano di democrazia, di libertà, di rispetto, di tolleranza, tutti valori che poi però non valgono quando si tratta di applicarli a chi non a pensa come loro.
    Chi non la pensa come loro, è cattivo è razzista è…..e quindi dev tacere oppure rischia di essere randellato, lui, chi lo ospita e chi lo ascolta.
    Questi sono i veri motivi per cui Fatano ha sospeso l’incontro con Salvini adducendo motivi di ordine pubblico legato al fatto che la sala non poteva contenere tutti coloro che volevano partecipare.

Lascia un commento