LA FESTA IN PAESE SI COPRE DI VIOLENZA, TRE ARRESTI A COPERTINO PER TENTATA ESTORSIONE E AGGRESSIONE

| 3 Giugno 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Questa notte a Copertino tre Pakistani, gestori di un regolare gazebo di bigiotteria montato in occasione dei festeggiamenti in paese per il Sacro Cuore, sono stati brutalmente aggrediti e picchiati con calci e pugni da tre giovani del luogo.

Il “branco” aveva tentato un’estorsione, chiedendo agli immigrati la somma di duecento euro ciascuno per “poter continuare a stare lì”; al loro rifiuto, gli aggressori hanno rovesciato la bancarella con tutta la merce e hanno iniziato a picchiarli.

Ad uno di loro, colpito in maniera più violenta degli altri, tanto da procurargli un trauma cranico e varie policontusioni, hanno preso il portafogli, contenente una consistente somma di denaro, circa 3500 euro.

Ma il posto era pieno di gente, qualcuno ha avvisato il 112,

Quando sono arrivati, i carabinieri hanno trovato ancora là, per di più visibilmente alterati, i tre aggressori, che hanno pensato bene di assalire pure i militari.

Uno di loro è stato ferito ad un braccio, e, medicato poi in ospedale, ha avuto una prognosi di dieci giorni.

Infine, hanno cercato di mettersi in salvo con la fuga fra la folla.

Però non hanno fatto molta strada.

Sono stati raggiunti, bloccati ed arrestati,  l’accusa di tentata estorsione, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Si tratta (nelle foto) di Giovanni Savina, 20 anni, di Copertino, pregiudicato; di Costica Brinzoi, 21 anni, di origine romena, pregiudicato; e di un altro giovane di Copertino, incensurato, Cosimo Cordella, 20 anni.

Il pubblico ministero di turno presso la procura della Repubblica di Lecce Massimiliano Carducci ne ha disposto il trasferimento in carcere.

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento