DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 17 Giugno 2016 | 0 Comments

ITALIA______
SICILIA – Sono oltre cento le persone evacuate per gli incendi a Lascari, Cefalù, Madonie e sulla zona litorale  nella provincia palermitana. Lo hanno reso noto a Vigili del fuoco del comando provinciale di Palermo che sono in azione con una ventina di mezzi e ottantacinque uomini. “La situazione è abbastanza sotto controllo e interventi di rilievo sono stati effettuati in prossimità dell’ Hotel Costavedere e di un resort. Abbiamo evacuato, considerando gli ospiti dell’hotel e del resort, oltre cento persone, ma non siamo ancora in grado di dire se l’incendio è doloso, ci sono venti di scirocco e alte temperature favorevoli al propagarsi delle fiamme. Non risultano abitazioni distrutte o danni a persone, ma nella zona di Lascari un fabbricato si è incendiato”.

ITALIA______
VICENZA – Un ex operaio, di 69 anni, si è suicidato ieri sera nella sua abitazione a Montebello Vicentino, sparandosi un colpo d’arma da fuoco. In un biglietto l’uomo ha scritto ‘non ce la faccio più’, dando poi indicazioni sul suo funerale. Pare che l’uomo fosse molto malato.  Secondo quanto emerso dagli accertamenti dei carabinieri, l’ex operaio aveva perso una cospicua somma negli investimenti bancari, anche se risulta avesse ancora significativi risparmi di denaro. L’avv. Renato Bertelle, che difende azionisti della Banca Popolare di Vicenza, ha riferito che l’ex operaio, assieme al fratello, si era rivolto al suo studio per una consulenza. “E’ solo il primo – ha detto – speriamo che non ce ne siano altri”. L’uomo da mesi lamentava di avere perso i soldi della pensione, che aveva investito nella Banca Popolare di Vicenza. Le azioni erano crollate da 62,5 euro a zero. Inoltre, da tempo soffriva di problemi di salute a causa di varie patologie che gli creavano forti preoccupazioni sul proprio futuro, incidendo particolarmente sull’aspetto emotivo.

MONDO______
BRUXELLES – “Si prevede che entro un anno Daesh in Siria e Iraq sia del tutto distrutta.” Parola di Gilles De Kerchove. Il coordinatore europeo anti-terrorismo ci mette la firma: grazie all’azione dell’alleanza, lo Stato islamico in medioriente sarà in poco tempo sconfitto. Lo ha detto durante la sessione plenaria del comitato delle regioni dell’Unione Europea a Bruxelles. “I fighters europei torneranno e noi dobbiamo essere pronti a gestirli”, ha sottolineato il coordinatore, che ha messo in guardia l’assemblea da organizzazioni come quelle salafite che tentano di reclutare i profughi siriani disillusi. “Spesso alla base della storia dei foreign fighters c’è un insuccesso – contina De Kerchove – ma anche un eccesso di testosterone. La radicalizzazione dà loro un riconoscimento, gli assegna un ruolo”. E permette l’accesso delle donne che altrimenti, secondo il coordinatore, probabilmente non avrebbero. Il coordinatore mette infatti  in allerta anche sulla presenza sempre più frequente di donne, che lasciano tutto per entrare nelle file dell’Isis. “Sono sempre di più quelle che abbandonano l’Europa per unirsi ad al-Nusra e Daesh, e questo è preoccupante”.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento