PEDOFILIA, SI AGGRAVA LA POSIZIONE DI UN EX PRETE

| 20 giugno 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Dopo i clamorosi sviluppi del caso di Brindisi di una settimana fa

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/06/15/finisce-in-carcere-il-prete-indagato-a-brindisi-per-pedofilia-avrebbe-ripetutamente-abusato-di-un-bambino-nella-chiesa-di-cui-era-parroco/

e di quello di Fasano del mese scorso

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/05/09/pedopornografia-arriva-una-condanna-a-quattro-anni-per-il-prete-di-ostuni/

di nuovo un prete pugliese coinvolto in episodi di pedofilia.

Si tratta di Giovanni Trotta, 55 anni, ridotto allo stato laicale dalla Chiesa dal 2012, e detenuto dall’ anno scorso, per presunti abusi sessuali che avrebbe commesso nei confronti di un ragazzino di 11 anni, per cui è sotto processo a Bari, con rito abbreviato: la sentenza è prevista per l’ estate.

Oggi la sua posizione con la giustizia si è aggravata, perché gli è stato notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare, per  violenza sessuale, adescamento di minori, pornografia minorile e divulgazione di materiale pedopornografico: avrebbe abusato di sette minorenni, adescandoli in chat e convincendoli in alcuni casi a seguirlo nella sua abitazione, per compiere con loro, singolarmente o in gruppo, atti sessuali.

Category: Cronaca

Lascia un commento