DIARIO DI EURO 2016 / SCONFITTA INDOLORE PER GLI AZZURRI E IRLANDA AGLI OTTAVI, L’ISLANDA SCRIVE LA STORIA, CR7 SI SBLOCCA CONTRO LA RIVELAZIONE UNGHERIA, BELGIO SECONDO E FELICE

| 23 giugno 2016 | 0 Comments

di Francesco Giannetta ______

Dopo la terza giornata della fase a gironi è tempo di verdetti. Le ultime partite dei Gruppi E ed F hanno completato il quadro della fase finale non senza sorprese. In serata un’Italia ricca di assenze e imbottita di seconde linee cede il passo alla voglia di vincere di un’Irlanda in cerca di punti qualificazione. A decidere l’incontro è stato un colpo di testa di Brady all’ottantacinquesimo minuto del secondo tempo, complice anche un’uscita non perfetta del portiere azzurro Sirigu, oggi sostituto di Buffon. L’Italia nonostante l’ampio turnover è sempre stata in partita, anche se con una prestazione ben lontana dalle precedenti. Mister Antonio Conte ha dato spazio a chi fin ora non ne ha avuto. Oltre al portiere Sirigu ci sono state le novità di Ogbonna, Florenzi, Bernardeschi, Insigne ed El Shaarawy. A causa anche delle scarse motivazioni il primo tempo azzurro non è da ricordare, l’Irlanda è apparsa più in palla fin da subito. Una scossa al gioco azzurro è arrivata dopo l’ingresso in campo di Lorenzo Insigne, tra i più positivi. Quella di oggi è comunque una sconfitta che non fa danni, la nostra nazionale era già sicura del primo posto nel girone e conosceva già il suo avversario nell’ottavo di lunedì, la Spagna. La vera gioia è quella dei tifosi irlandesi che con questa vittoria si assicurano il pass per gli ottavi di finale come una tra le migliori terze, ad attenderli c’è la Francia padrona di casa.

L’altro incontro del nostro girone ha visto avversari Svezia e Belgio. Gli svedesi già nei primi minuti si spingono in attacco per cercare la via della rete e lasciano ampi spazi al contropiede belga, ma nessuna delle due formazioni trova il gol nella prima frazione di gioco. Nella ripresa il Belgio sembra accontentarsi del pareggio e si affida ad uno sterile possesso palla, nonostante le qualità tecniche superiori alla media i diavoli rossi faticano a passare in vantaggio, la rete del definitivo 1 a 0 arriva infatti a soli sei minuti dalla fine con un tiro da fuori di Nainggolan. La Svezia abbandona l’europeo con 0 punti e Ibra saluta la nazionale con una sconfitta e senza reti all’attivo nella competizione. Ora il Belgio, che agli ottavi affronterà l’Ungheria, potrà beneficiare del fatto di trovarsi dalla parte “facile” del tabellone.

Le partite delle 18 vedono protagoniste le squadre del Gruppo F. Il Portogallo di Cristiano Ronaldo affronta la rivelazione Ungheria in una delle gare più belle di questo europeo. La perfetta alternanza di gol porta ad uno scoppiettante 3 a 3. Gli ungheresi si portano in vantaggio con Gera, risponde Nani e il primo tempo termina 1 a 1. Nella ripresa è ancora l’Ungheria ad andare in vantaggio con Dzsudzsak, poi si sblocca Cristiano Ronaldo che, di tacco, trova la sua prima rete di Euro 2016 e diventa il primo giocatore ad aver segnato in sette fasi finali di competizioni internazionali tra europei e mondiali. Incredibilmente l’Ungheria ha ancora energie e sempre Dzsudzsak riporta momentaneamente in vantaggio i suoi prima del definitivo pareggio targato, ancora una volta, CR7. E’ un pareggio che rende felici le due squadre, entrambe qualificate agli ottavi. L’Ungheria affronterà il Belgio, il Portogallo la Croazia.

Ma la vera favola di questa giornata e, probabilmente, di tutto l’europeo è l’Islanda che supera 2 a 1 l’Austria, relegandola all’ultimo posto del girone, e consolida il secondo posto nel Gruppo F che le consente di qualificarsi per gli ottavi di finale, dove affronterà l’Inghilterra. Agli islandesi bastava un punto, gli austriaci erano obbligati a vincere. Contro ogni pronostico è proprio l’Islanda ad andare in vantaggio con Bodvarsson. L’Austria ha dal dischetto l’occasione per trovare il pari ma Dragovic colpisce il palo. Il pari arriverà poi con la rete di Schopf ma nei minuti finali, con l’Austria in avanti alla ricerca della vittoria, è ancora l’Islanda a segnare con Traustason la rete del 2 a 1 finale. La gioia sugli spalti è incontenibile, l’Islanda è inaspettatamente qualificata agli ottavi e i suoi tifosi possono continuare a sognare.

Category: Costume e società, Eventi, Sport

Lascia un commento