DIARIO DI RIO DE JANEIRO / LARISSA, TALITA, VANESSA E…

| 18 Agosto 2016 | 0 Comments

di Cecilia Maria Vargas * ( in diretta da Rio – per leccecronaca.it – traduzione di Elena Vada)______

LARISSA E TALITA sao atropeladas por alemas e vao para disputa do bronze

Larissa e Talita non riescono a superare le tedesche: Lara Ludwig e Kira Walkenhorst martedì 16/08. Le brasiliane, sono state sconfitte da 2 set a 0 in modo semplice e in soli 37 minuti, così come indicato dalla parziale 21-18 e 21-12, e hanno detto addio al sogno di una finale brasiliana nel torneo femminile dei Giochi Olimpici di beach volley a Rio de Janeiro______

Un articolo pubblicato martedì 16 dalla rivista economica “The Economist” dice che la prima impressione di queste Olimpiadi è stata di enorme caos, regolato, successivamente, soprattutto dal buona volontà dei brasiliani volontari.

L’organizzazione, finalmente, è riuscita ad aumentare il livello di informazioni per guidare le persone ai propri ingressi e uscite. Distribuendo volantini, con i consigli di prudenza.

Ma l’articolo di The Economist dice che queste non erano le premesse e le promesse con cui abbiamo iniziato le Olimpiadi.

La verità è che gli stadi erano vuoti, le persone si lamentavano per le code e prezzi esorbitanti sia degli ingressi che del mangiare.

L’acqua della piscina era verde, una telecamera è caduta sulla parte superiore di sette persone nel Parco Olimpico.

Ma l’inquinamento della baia di Guanabara è il più grande fallimento di Rio.

Però, quando le gare di vela sono cominciate, questo inconveniente imbarazzante era tollerabile, almeno per i concorrenti______

 

BEACH VOLLEY MASCHILE

Una partita così non l’avevamo mai vista! Un colpo al cuore, punto, dopo punto, la sofferenza o la gioia si sono alternate in un’altalena, lesiva ai cardiopatici.

Stavo (Elena) alle quattro di notte, in ginocchio, davanti alla tele, a guardare quello che mi sembrava impossibile.. momento dopo momento. Trattenendo gli urli… vista L’ORA NOTTURNA.

E’ stato un sogno di cui ancora non mi rendo conto. Con il telecronista che urlava:” Storia, questa è storia”

ORE: 04.00 -Beach volley maschile, semifinale: Italia-Russia, P. Nicolai e D. Lupo 2-1 (15-21, 21-16, 15-13). GLI AZZURRI in finale, sfideranno il BRASILE.

Daniele Lupo da Roma e Paolo Nicolai da Ortona, contro i brasiliani Alison e Bruno, idoli di Copacabana e di una nazione: ma l’argento – medaglia numero 24 della spedizione a Rio – è già in cassaforte . Ma noi, ovviamente, crediamo nell’ORO!______

VANESSA FERRARI – Ginnastica Artistica compromette il suo meraviglioso esercizio, a corpo libero, con l’ultima diagonale e l’ultima uscita dove c’è stato l’errore del doppio-passetto.

Sulla musica della “Turandot” il famoso pezzo “Nessun Dorma”, saranno molte le italiane/i, che come me, stanotte dormiranno poco, perché il margine di differenza dalla terza classificata è stato davvero esiguo. Una speranza tradita per poco. Ma cerchiamo di essere decubertiane e applaudiamo alle statunitense regina delle ginnastica______

ATLETICA, CHE DELUSIONE! Appiccicata al teleschermo, in collegamento con Cecilia, mi rammarico di non vedere una maglia azzurra in quasi, nessuna disciplina atletica. Senz’altro, questo risultato, è dovuto ad una cattiva gestione dei programmi di educazione fisica e sport in tutti i gradi di scuola . Anzi, mi raccontano, insegnanti di educazione primaria e secondaria, che NON ESISTE un vero programma ministeriale, ed è proprio AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, che facciamo appello, perché non si ripetano figuracce come queste, delle Olimpiadi/2016 e nelle competizioni internazionali.

IL FOOTBALL ci ha rubato tutto… e non voglio qui aprire una polemica, sterile, che potrebbe costarmi caro.

Category: Costume e società, Cronaca, Sport

Lascia un commento