LA BUFERA E ALTRO / Virginia, I love you!

| 6 Settembre 2016 | 0 Comments

di Giuseppe Puppo______

Albe e notti qui variano per pochi segni.

I tg della sera tutti uguali,

snocciolano granelli di un rosario

che non è preghiera,

bensì dispensa di calunnia,

semina di zizzania,

un accanimento che

mai si era visto prima.

Han fatto presto a inventarsi pretesti,

forzature, imbrogli,

la bufera, e altro.

Dove erano, quando i palazzinari saccheggiavano?

a Fra’ che te serve?

La coop sei tu

bianche e rosse

lucravano su tutto

mafia capitale

gli immigrati rendono più della droga

la monnezza rende più degli immigrati

Francesco Caltagirone

Luca Cordero di Montezemolo

impuniti, facce di bronzo olimpioniche.

Francesco Rutelli

Walter Veltroni

Gianni Alemanno

Ignazio Marino.

E Roberto Giachetti.

Un’ impossibile rivincita,

rovesciare la volontà popolare.

Tutti contro al Movimento:

quello che di bello

gli altri avrebbero voluto essere

amati dalla gggente

e mai ci son riusciti.

Loro sì, cittadini in movimento.

Parole guerriere.

Prigionieri del buio, pensavano di non farcela.

Parole di pace, ma allo stesso guerriere.

Le hanno usate come torce nel buio,

quello che sta succedendo ora in Italia,

non è mai successo prima.

Una rivoluzione democratica, non violenta,

che sradica i poteri

della massoneria

della partitocrazia

degli affaristi

delle lobby dei mercanti e dei banchieri.

Comunità, onestà, partecipazione, solidarietà, sostenibilità.

Cinque stelle.

C’è una nuova Italia che ci aspetta.

Non mollare, Virginia!

A te guardano i Romani che ti hanno scelto

gli Italiani tutti che vogliono un futuro.

L’unica certezza

l’ ultima speranza.

Tanto il mondo non lo cambi,

se non cominci da te stesso,

con l’ esempio, non con le opinioni.

Ma tu, non mollare, Virginia!

Ora c’è la bufera, che han fatto intorno a te

scie chimiche di distruzione

Passerà. Se ne faranno una ragione.

Serrare le fila, intanto.

Ora c’è il buio tutto intorno

ma dopo, appena oltre

c’è la luce: c’è/ è/, e

se sarà luce, sarà bellissimo.

L’ attesa è lunga,

il mio sogno

di te

non è finito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento