DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 9 Settembre 2016 | 0 Comments

ITALIA______
ROMA – Beppe Grillo prova a ricompattare i suoi dopo la tempesta che ha investito il Campidoglio. Virginia Raggi continuerà il suo lavoro a Roma e M5S “vigilerà”, dice il fondatore del Movimento parlando a Nettuno: “Virginia Raggi sta reggendo benissimo in questa situazione impossibile. Andrà avanti, noi vigileremo che il programma del Movimento sarà espresso. Virginia è nella stessa situazione del primo sindaco negro nel 1968 nel Mississippi”.  “Qualche cazzata, qualche cazzatina, la facciamo anche noi…”, ammette però. “Raggi in due mesi ha recuperato novanta milioni, il sistema reagisce” Le polemiche su M5s sono la “reazione del sistema” che non accetta il governo di Virginia Raggi a Roma, sostiene. “Il sistema reagisce compatto contro di noi. Per danneggiare il M5s c’è solo un mezzo, parlarne bene. Invece questi dilettanti della comunicazione continuano a insistere. Siamo entrati da due mesi (al comune di Roma, ndr) e la Raggi ha riscoperto novanta milioni, in due mesi con le ferie incorporate. Non sono niente, è roba piccola, una porzioncina piccolissima. Non ha fatto chissà che cose, ha tolto delle cose ai privati perché si possono fare con il pubblico. Chi ha perso quella roba lì comincia a fare due conti…”.  “La reazione del sistema a noi è una cosa bellissima. E’ una meraviglia. Siamo entrati nella superfetazione della merda cosmica”, aggiunge.

ITALIA______
SIRACUSA – “Assenteismo, ventinove dipendenti colti sul fatto a #Siracusa. si applica #riformapa: licenziamento rapido a tutela di tutti i dipendenti onesti”. Così la ministra della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, via twitter commenta l’ultimo caso su dipendenti indagari per assenteismo. Per loro scatterebbero le nuove regole (entrate in vigore il 13 luglio). Adesso quindi dovrebbe aprirsi un procedimento disciplinare con le tempi, tappe e le modalità previste dal decreto anti furbetti, che implica conseguenze anche per la dirigenza.  Il dipendente in questione, in base alle nuove regole, deve essere sospeso entro quarantotto ore e senza stipendio (solo un’indennità). L’iter per il licenziamento si deve concludere in trenta giorni. Il dirigente che non si è attivato rischia a sua volta il licenziamento.

MONDO______
PARIGI – Le prime notizie su Ciro sono rimbalzate ieri pomeriggio dal Molise da alcuni parenti e da alcune fonti locali, che erano arrivate addirittura a parlare di aggressione. Secondo tali fonti, in particolare, il giovane, originario di Riccia, viveva da sempre a Campobasso con la famiglia, 21 anni il mese prossimo, sarebbe stato accoltellato per un tentativo di furto di un telefonino e di un pc. Subito, il tam tam sui social network e’ diventato una valanga di messaggi. “Sgomento” e “profondo cordoglio” alla famiglia e alla comunita’ di Riccia, e’ stato espresso dal presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, che ha chiesto “al Governo italiano di impegnarsi con le autorita’ e le istituzioni francesi per fare piena luce su un atto di violenza tanto efferata”. Il dramma si e’ consumato nella notte tra venerdi’ 2 e sabato 3 settembre. E’ stato il fratello, Gianluigi, che ha lanciato sul suo profilo Facebook il primo allarme, ma senza spiegare bene cosa fosse successo. “Non doveva succedere a lui”, ha scritto alle 2:16 della notte di un sabato di settembre appena iniziato, facendo seguire la frase con quattro punti esclamativi. E poi rivolgendosi a Dio: “Se esisti davvero fai qualcosa!!!. E tre quarti d’ora dopo, alle 2:58, ha chiesto con urgenza una persona che parli il francese e che sappia tenere un dialogo “di alti livelli”. Quindi la frase del primo pomeriggio di sabato 3 settembre: “Che cosa strana che e’ la vita!”. Sul profilo Facebook della fidanzata di Ciro e’ comparsa una grande foto con i loro due primi piani in bianco e nero e un cuore con la scritta: “Ti amo”.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento