Good morning, Taranto! IL PRESIDENTE DEGLI INDUSTRIALI ITALIANI BOCCIA OGNI ALTRA IPOTESI: “L’Ilva deve continuare a vivere perché è determinante per il Paese”

| 26 Settembre 2016 | 0 Comments

(Rdl)______”L’Ilva deve continuare a vivere perché è parte di una filiera industriale determinante per il Paese. Ricordiamo che il nostro è un Paese di trasformazione. Non abbiamo materie prime e vendiamo nel mondo prodotti e servizi. Avere una industria cosiddetta primaria, competitiva nel paese, è determinante per l’intero indotto dell’industria italiana, non solo per una questione territoriale legata a Taranto“.

Queste le parole del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che ha partecipato questa mattina ad una riunione degli industriali, a Taranto.

Che all’ Ilva ci siano stati tre morti e sette feriti in altrettanti singoli incidenti sul lavoro, in poco più di un anno, un dato significativo, che da solo imporrebbe il blocco immediato dello stabilimento siderurgico, evidentemente non è ‘determinante per il Paese’.

Non sono ‘determinanti’ per il Paese, in questo contesto, nemmeno le vittime fra i civili, fra le popolazioni vicine e meno vicine, per gli scarichi industriali inquinanti, che causano morte e malattia, nella devastazione del territorio.

L’ accanimento terapeutico con cui i decreti salva – Ilva del governo Renzi tengono in piedi ‘ il Mostro’ trovano ora – e certo – una sponda nel presidente degli industriali italiani, che boccia ogni altra ipotesi, di riconversione, ristrutturazione, smantellamento: lunga vita all’ Ilva! E ciao Taranto! Pazienza se i Salentini continueranno a morire.

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento