XYLELLA / LE IMMUNITA’ DI CUI GODE L’ ISTITUTO AGRONOMICO MEDITERRANEO DI BARI

| 3 Ottobre 2016 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. La senatrice del Movimento 5 Stelle Daniela Donno ci scrive______

Lo IAM di Bari gode di uno speciale status di legge: la protezione degli archivi e l’immunità da qualsiasi forma di perquisizione, requisizione, confisca ed esproprio. Il suo direttore e il personale da lui nominato godono dell’immunità giurisdizionale per le parole dette, scritte e per tutti gli atti compiuti nell’esercizio delle loro funzioni. Questo però non può impedire alla procura di Lecce di acquisire importanti informazioni ai fini delle indagini condotte sulla Xylella fastidiosa, il batterio che ha colpito gli ulivi in Puglia.

Chiedo quindi al Governo in un’ apposita mozione di porre in essere tutte le azioni utili ad ottenere l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 16 dell’accordo ratificato con legge il 26 maggio 2000 secondo il quale l’Istituto Agronomico Mediterraneo e il suo personale sono tenuti a cooperare in ogni occasione con le competenti autorità italiane per facilitare la buona amministrazione della giustizia, assicurare l’osservanza dei regolamenti di polizia ed evitare qualsiasi abuso relativo ai privilegi ed alle immunità concessi.

Tutte le persone che godono di tali privilegi ed immunità hanno l’obbligo di rispettare le leggi ed i regolamenti della Repubblica italiana e di non interferire negli affari interni dello Stato. Il Governo a mio avviso ha il dovere di intervenire. I ministri Martina e Gentiloni non possono girarsi dall’altra parte, a costo di rivedere gli accordi internazionali che hanno portato questo status privilegiato conferito all’Istituto.

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento