DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 30 ottobre 2016 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – Festeggiamenti amari, per Roberto Benigni che, nel giorno del suo sessantaquattresimo compleanno, a Roma è stato “pizzicato” dalla Polizia locale mentre effettuava un sorpasso vietato in Largo Thorvaldsen, ai Parioli. L’attore toscano con la sua auto ha sorpassato con nonchalance una fila di macchine ferma al semaforo, ma poi si è  trovato davanti una pattuglia della Municipale. Subito fermato, ha tentato in qualche modo di giustificarsi, ma di fronte all’evidente violazione i vigili non hanno potuto che applicare le sanzioni previste per questo tipo di infrazioni, come dettato dall’articolo centoquarantotto del Codice della strada: multa da centosessantatré euro, decurtazione di dieci punti patente e ritiro della patente con invio al prefetto, che deciderà quando restituirla. Benigni avrà naturalmente sessanta giorni di tempo per fare ricorso.

ITALIA______
LECCO – Grave incidente nel Lecchese. Un cavalcavia è crollato nel pomeriggio sulla statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo è rimasto coinvolto un tir che con un trasporto eccezionale transitava sul cavalcavia: il mezzo pesante è precipitato e ha travolto un’auto, rimasta schiacciata. Il bilancio provvisorio è di un morto e cinque feriti, tra cui tre bambini. A quanto riferisce il servizio emergenza urgenza della Regione Lombardia, in tutto i feriti sono cinque: tutti codici gialli, fra cui tre bambini portati all’ospedale di Lecco, e lo stesso guidatore del camion, ricoverato con trauma toracico sempre a Lecco. Il tir era un trasporto eccezionale autorizzato dalla Provincia di Lecco. Almeno quattro le auto coinvolte: una è rimasta in bilico sul cavalcavia. L’Anas fa sapere che il tir “era un trasporto eccezionale di notevole ingombro e peso autorizzato dalla Provincia di Lecco”.

MONDO______
SALEM (USA) – OTTOBRE 2016 La prima sede pubblica ufficiale del “Tempio di Satana”  un’organizzazione che conta circa cinquantamila affiliati nelle varie diramazioni in tutto il mondo, non poteva che aprire i battenti a Salem, la cittadina del Massacchussetts diventata celebre per i processi che alla fine del Seicento costarono la vita a venti persone, tra cui quindici donne e due bambini in fasce, accusate di stregoneria. A Salem la caccia alle streghe, l’occultismo e il sovrannaturale sono pane quotidiano e parte essenziale dell’economia locale, per questo forse la recente inaugurazione della prima sede ufficiale del “Tempio di Satana” ha avuto bisogno dell’approssimarsi della festa di Halloween per suscitare un po’ di rumore.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento