banner ad

VITTIMA DI ESTORSIONI, CHIEDE I SOLDI IN PRESTITO PER PAGARE I RICATTI A UNA COPPIA DI USURAI. TRE INDAGATI

| 15 novembre 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Il commissariato della Polizia di Stato di Otranto ha notificato questa mattina un “avviso di conclusione delle indagini preliminari” e un “avviso di garanzia“, emessi dalla Procura della Repubblica di Lecce, per il reato di estorsione continuata, usura pluriaggravata, tentata estorsione e minacce gravi, nei confronti di tre persone: un giovane di 23 anni di Giurdignano, un uomo di 60 di Maglie e la moglie di 57 anni.

Il periodo va dal 2012 a quest’ anno, e la zona è quella compresa fra Uggiano la Chiesa, Otranto e Maglie.

Questi i fatti, nella ricostruzione degli inquirenti.

L’ anno scorso un cittadino di Otranto si rivolse al Commissariato per denunciare un’attività estorsiva perpetrata nei suoi confronti, in quanto un 23enne di Giurdignano, suo ex dipendente, dietro la minaccia di ritorsioni e danni alle sue proprietà e ai familiari, lo costrinse a consegnargli delle somme di denaro.

Gli investigatori riuscirono a documentare ben sei episodi di estorsione nel periodo compreso fra marzo e luglio 2014.

Ma il calvario dell’ uomo non era finito. Per far fronte alle richieste, avendo esaurito le sue disponibilità, aveva chiesto soldi in prestito ad una coppia di Maglie, al 30% di interesse annuo.

E proprio su di loro si estese l’ inchiesta degli inquirenti, che hanno trovato tracce dell’ attività usuraia in veri e propri registri contabili, come pure 120.000 euro in contanti in una cassetta di sicurezza di una banca.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad