‘BECCATI’ A SMALTIRE RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI

| 30 dicembre 2016 | 0 Comments

(e.l.)______Ecco qua. Da giorni nella nostra provincia non si parla d’ altro. Ma c’è evidentemente qualcuno che continua a smaltire illecitamente rifiuti speciali pericolosi, come se niente fosse. Chissà dove. Presumibilmente nei campi, da dove poi minano le coltivazioni e magari contaminano le falde acquifere, con le note, drammatiche conseguenze che tutti sappiamo.

Ieri a Taviano, proprio nella zona della nostra ‘terra dei fuochi’, i Carabinieri hanno fermato due cittadini bulgari, di 37 e 30 anni, poi denunciati a piede libero, che, all’interno del proprio furgone, senza alcuna autorizzazione, o iscrizione all’ apposito albo, portavano cartucce di olio motore esausto, batterie, parti di veicoli e apparecchiature elettroniche, oltre ad altro materiale ferroso (nella foto).

Non vogliamo certo insegnare il mestiere ai militari. Ma adesso siamo ancora più curiosi di sapere per conto di chi li smaltivano, e dove.

Category: Cronaca

Lascia un commento