LECCE / IL PUNTO SUL CAMPIONATO, GIUNTO A UNA SOSTA

| 31 dicembre 2016 | 0 Comments

di Antonella Elefante______

Giovedì scorso c’è stata la prima trasferta del girone di ritorno per i giallorossi, impegnati allo stadio “Essento” di Agrigento. Come abbiamo riferito l’ altro pomeriggio, è stato un bel 2-0 per la squadra di Padalino, che è ritornata così in vetta alla classifica, a 43 punti insieme con Matera e Juve Stabia.

I giallorossi non si fermano e tornano a vincere dopo due pareggi, chiudendo il 2016 nel migliore dei modi ma, soprattutto, fanno sentire la loro presenza anche alle rivali dirette per la promozione.

Un primo tempo equilibrato, segnato dal gol di Caturano (nella foto) al 59’ che, con questo, arriva a quota 14. Un minuto dopo arriva l’occasione per i siciliani: ottengono un rigore ma, fortunatamente per i giallorossi, viene sprecato da Palmiero.

In questo frangente di tempo viene espulso Cosenza, in seguito ad un fallo e ad una precedente ammonizione, arrivando a due cartellini gialli e quindi alla dovuta punizione.

Nonostante i salentini si siano ritrovati in 10, riescono ad aggiudicarsi i tre punti grazie al gol di Pacilli al 67’. Il Lecce tira un sospiro di sollievo ma, per i siciliani, è la quarta sconfitta nelle ultime cinque giornate di campionato.

Dopo questa partita, Mister Padalino ha concesso un breve periodo di riposo alla sua rosa. La ripresa per la preparazione è fissata per lunedì 9 gennaio e da subito si inizierà con la preparazione della partita in programma domnica 22 gennaio contro il Melfi al Via del Mare.

Il risultato ottenuto, ovviamente, fa sperare ancora. È chiaro che la posizione raggiunta è stata anche frutto del pareggio del Matera contro la Paganese (1-1) facendo guadagnare un solo punto ai lucani, anziché tre.

La Juve Stabia, invece, come il Lecce, ha vinto 2-1 a Melfi, arrivando anche lei a quota 43.

Il Foggia vince in casa contro il Siracusa (3-0) e porta a casa tre punti ma, al momento, si posiziona al quarto posto, a due punti di distacco dalle prime tre posizioni.

Seguono Cosenza e Virtus Francavilla, entrambe a 33 punti. Il Cosenza vince 3-0 contro il Taranto, ma le prime posizioni sono ancora troppo lontane. La Virtus, invece, si accontenta del pareggio e si porta avanti di un solo punto.

Seguono Unicusano Fondi e Fidelis Andria, entrambe a 29 punti. Il Fondi riesce a segnare una rete contro la Vibonese e porta a casa tre punti. L’Andria, invece, deve accontentarsi del pareggio contro il Catania e quindi si aggiudica un solo punto.

A seguire, ancora in zona playoff, c’è il Catania a 28 punti. L’ultima squadra ad avere la possibilità di accedere ai playoff è il Siracusa, a 27 punti.

Le prime squadre che vedono esclusa la possibilità di accedere ai playoff sono la Casertana e il Monopoli, entrambe a 26 punti. I rossoblu portano a casa tre punti vincendo proprio contro il Monopoli (3-2).

A tre punti di distanza dalle squadre precedenti, si piazza la Paganese, con 23 punti. Pur non avendo vinto contro il Matera, ha permesso ai lucani di portarsi a casa un solo punto anziché tre, grazie all’1-1.

Segue il Messina, a 21 punti. Vince contro la Reggina ma la zona playoff è ancora molto lontana anche per i siciliani.

L’ultima squadra della zona ibrida è l’Akagras che, dopo il 2-0 contro il Lecce, rimane a quota 20.

Il Taranto, dopo aver perso 3-0 contro il Cosenza, ritorna nella zona playout con 19 punti.

Lo seguono Reggina (18), Catanzaro e Melfi (17) e Vibonese (15).

La classifica è in continuo aggiornamento partita dopo partita, e i risultati sono, a volte, inaspettati.

Per questo motivo ogni squadra deve giocare la sua partita senza sperare nel risultato di un’altra squadra perché, molte volte, non si verifica.

Per il momento tutte le squadre hanno qualche giorno di stop e riprenderanno la preparazione a gennaio, in vista della terza partita del girone di ritorno.

Category: Sport

Lascia un commento