Comunque Vada… / GLI ULTIMI, TRAGICI PREPARATIVI PER IL VEGLIONE DI CAPODANNO DEI CONIUGI SCOGNAMIGLIO

| 1 Gennaio 2017 | 0 Comments

di Elena Vada______

Mary urla:”Ciusy, guarda a mammà, vado bene così? Ho messo questo completo con le paillettes ca mi sta larghetto…Poi le perle che danno luce (me l’ha detto la profumiera) e la spilla della nonna che è antica e preziosa. Guarda il bracciale con i charles (Charms: ciondoletti)… e questi quattro o cinque anelli….. che ne dici sono ‘alligante’?

Giusy: -”Mamma, sembri la Madonna d’Oropa, (Madonna famosa, in Piemonte, per la quantità di monili d’oro che porta indosso ed intorno), ma neanche dovessi andare ad un ricevimento dalla Regina Elisabetta d’Inghilterra…

Allora, cominciamo dal tailleur, mi raccomando di NON sbottonare la giacca MAI, perché non fa fine, devi tenerla abbottonata perché è un completo: VIA LA SPILLA, VIA TUTTI GLI ANELLI, VIA LA ROSA FINTA PUNTATA SULLA GIACCA, VIA QUESTI ORECCHINI DA SPIAGGIA (ne hai di più piccoli e adeguati, di perla come la collana), VIA QUELLE SCARPE (sembri la Befana con quei tacchi alti e la punta che gira in su).

-”Ciusy me fai semprà ma muort e famm… (mi fai sembrare “una morta di fame!”)”…

– ”Ma no, mammina, le vere signore si distinguono per la sobrietà nel vestire e nel muoversi!”-

-”SOBRIETA’, figlia mia … e chi BEVE?!?!? Io sono proprio astigmatica, anche qui a casa, bevo un dito con l’acqua…. Dillo, piuttosto, a tuo padre che deve starsi ASSOBBRIATO, TUTTA LA SERA! Non che poi si mette a fare il galletto, raccontare storielle SCOSTUMATE e mi fa morire di vergogna!!!”

– ”VA bene, papà lo passo in rivista dopo! Anzi mi sembra che si sta preparando con Alessandro che gli presta (se gli entra) una camicia azzurra e le scarpe all’inglese….poi gli faccio la predica… Senti mammina, togliamo un po’ di rossetto, alla tua età non va bene questa tinta così rosso fiamma”

Mary-:”Mo’ me fai girà a nervatura per aria, ME FAI INACAZZA!… Ha detto il verduriere e pure il macellaio e il Farmacista, anche, che mi ‘tengo bene’ che, in italiano (se lo capisci?!) sono ancora in forma e una bella donna…”

Giusy: -”Sì, sì, ‘bella donna’ ce l’hai aggiunto tu e poi… ci mancherebbe, non fossero gentili e un po’ ruffiani, con i centinaia di Euro che ci spendi in quei negozi… fai, perfino, ingelosire papà!”-

Mary: -” Scusa, noi siamo gente che magnamm buon e.. filetto, prosciutto crudo.. pollo ruspante………

Giusy: -”Appunto, appunto… sei sempre li a comprare e in Farmacia per digerire…. Noi, figli, ormai siamo cresciuti, e papà deve stare attento per il colesterolo ed il cuore… e no, tu, da brava “napuli” devi strafare: cucini, cucini, friggi, friggi, (ogni frittura: mezzo litro d’olio extravergine d’oliva)…. Ho incontrato la signora Bortolotti che abita sopra di noi, e mi chiesto se abbiamo un Ristorante o una Pizzeria?!!”

– Mary: -“Chella è gelosa, magnan solo pasta in bianco e minestrina alla sera.. però quando ci porto qualche piatto “sfizioso”non mi dice mai di no, a fetent”

– Giusy: ”Mamma, anche tu mi raccomando non strafogarti di agnolotti e tutto il resto… ho capito perché hai messo la “giacchetta” così la sbottoni, quando ti gonfi… me lo ricordo sai!? E si gonfiano anche i piedi… metti “queste” di scarpe che sono eleganti, ma comode.

A Mary scendono le lacrime… cerca di trattenersi… poi abbraccia Giusy e dice , sommessamente: “M ricuord quand te mettev, io, a vesta (mi ricordo quando, ero io, a vestirti) mo’ me so fatt biecchie e inzallanut (ora, sono diventata vecchia e rintronata).

– ”Papà, PAPààà, papà dove sei? Perché non sei ancora vestito e pronto… manca poco..!”

 

Don Antonio è, ancora, nel suo “famoso garage/officina/laboratorio” sta finendo di preparare i botti, micce e triccheballacche, fuochi d’artificio…eccetera.

Giusy:- ”Quest’anno, fai arrestare tutti!!! Lo sai, vero, che queste cose sono proibitissime! ma tu sei un testone, solo perché sono sessantanni che li prepari… non cambia niente. C’è sempre pericolo d’ infortunio… fai finta di non sentire eh?! Guarda che non vengo a trovarti in galera.. ricordatelo bene… Nascondi, nascondi…. Non parlare… meglio, non ti conviene. Adesso vai su a prepararti che hai poco tempo.”

(al cellulare)- :Ale, sono io Giusy, sta venendo su papà, cerca di convincerlo a non fare i botti e i fuochi, quest’anno, che è troppo pericoloso… si mettigli il vestito grigio scuro se gli sta ancora… ma fagli fare la doccia che puzza di sudore e polvere…. Per lui è sempre tutto lo stesso. Adesso salgo anch’io”.

I Signori Scognamiglio, per una volta, vanno fuori a cena tutti eleganti e anche felici.

– ” Mamma, papà lasciate, ci lasciate scritto: da chi andate, in che posto e il numero di telefono…. E non tornate troppo tardi. Papà stai sobrio che devi guidare e tu mamma controllalo che non mangi troppi grassi e non beva troppo!”

SI SONO STRAVOLTI I TEMPI E LE POSIZIONI! E’ la vita! ______

BUON ANNO A TUTTI! AUGURI DI PACE, AMORE, SERENITA’ E PROSPERITA!

VOSTRA

ELENA VADA

 

 

 

 

Category: Costume e società, Cultura

Lascia un commento