“Quel posto è mio!”, E ACCOLTELLA IL VICINO CHE AVEVA PARCHEGGIATO. ARRESTATO BRACCIANTE MAROCCHINO

| 18 Gennaio 2017 | 0 Comments

(e.l.)______Le liti fra vicini di casa, le beghe condominiali, sono da tempo un problema sociale, che, oltre a dar lavoro alla giustizia civile e penale, invece che al buonsenso, sfociano spesso in episodi di violenza, con morti e feriti, quando la tensione a lungo accumulata fa perdere la testa e si trasforma in dramma.

Tragedia sfiorata ieri a Castellaneta, dove un bracciante agricolo di 27 anni, di nazionalità marocchina, del quale gli inquirenti non hanno reso note le generalità, ha accoltellato un vicino, al culmine di una lite, per l’ occupazione del suo posto auto (nella foto d’ archivio, un’ immagine di repertorio).

Il ferito è stata ricoverato in ospedale: se l’è cavata con qualche giorno di prognosi, ma poteva finire peggio.

Il feritore è stato arrestato con l’ accusa di lesioni personali aggravate e, su disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, Enrico Bruschi, portato in carcere.

Denunciata a piede libero per concorso la sua convivente.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento