banner ad

L’ INCREDIBILE VICENDA DELLA PISCINA DI TREPUZZI

| 21 febbraio 2017 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Da Trepuzzi, l’ associazione ‘I semi di On’ ci scrive______

Trepuzzi, caos piscina: il Mise rivuole 600mila euro e Taurino chiede un mutuo da mezzo milione

“Il Ministero dello Sviluppo Economico ha decretato la revoca totale del contributo di circa 600mila euro erogato al Comune di Trepuzzi. Un finanziamento concesso nel 2011 per la realizzazione, mai ultimata, di un impianto geotermico per la piscina comunale”. Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri di opposizione del gruppo On – Accendi Trepuzzi, allegando la Pec inviata dal Mise lo scorso 10 novembre.

“La gestione scellerata del sindaco Giuseppe Taurino e del suo predecessore Oronzo Valzano, attuale assessore ai lavori pubblici, espone i cittadini di Trepuzzi al rischio concreto di dover colmare un buco di oltre mezzo milione di euro. Casualmente – si legge ancora nella nota – parliamo dello stesso importo richiesto al Credito sportivo del Coni, dal nostro primo cittadino: un mutuo a tasso zero per la ristrutturazione dell’impianto natatorio”.

“Un valzer di finanziamenti, prestiti concessi e revocati che svuotano le tasche dei cittadini senza poter usufruire della struttura sportiva. L’immobile, come abbiamo potuto costatare e documentare pochi mesi fa, allo stato attuale è un carapace di cemento sventrato e deturpato, abbandonato all’incuria, oggetto di furti e atti vandalici”. I consiglieri di On – Accendi Trepuzzi, inoltre, rilevano come dal giugno 2012 al gennaio scorso il Comune abbia liquidato 474mila euro per lavori eseguiti presso la piscina.

“Nello specifico – si legge nella nota – 463mila euro sono stati erogati in tre tranche alla ditta S.I.CO. srl di Trepuzzi, di Natalia Perlangeli. L’azienda ha ceduto nel febbraio 2015 le proprie quote alla Hp srl, con sede a Morlupo (Roma) e amministrata da Cosimo Perlangeli, ditta alla quale è stato liquidato pochi giorni fa un acconto del 20%, pari a 11558 euro, ci piacerebbe sapere per quali lavori”.

 

 

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad