banner ad

GIRI DI CARTE PRIVATI. SONIA RISPONDE ALLE LETTRICI E AI LETTORI DI leccecronaca.it

| 4 marzo 2017 | 0 Comments

Sono sommersa di richieste. Risponderò a tutte, poco per volta….Dando spazio, in primis, a quelle di maggiore interesse generale. ______

CORRADO: 1975 PESCI (NA)

Caro Corrado, come ti ho spiegato la volta scorsa, non c’è nulla che si può fare, in questo momento, per riavvicinarti ai bambini. Sono chiaramente, intimoriti, dalle minacce della mamma, delle assistenti sociali, nonni eccetera.

Hai SBAGLIATO, ad andare a prendere i ragazzi a scuola-calcio, senza avvertire la famiglia. Anche se l’avevi lasciato detto, al preparatore, non è servito a nulla. Tuoni, fulmini e saette si sono scatenati. Mi stupisce la tua grande ingenuità. Le carte dicono, chiaramente, che quell’arpia di tua moglie, non vede l’ora di coglierti in fallo, per piccole cose come queste. Poi si mette ad urlare davanti ai bambini e tutto finisce in dramma.

Lasciamo i piccoli fuori dalle beghe, fino alla sentenza del giudice. Rimani ligio ai tuoi doveri e, niente più. La carta della GIUSTIZIA, promette equità solo se riesci a tenere i piatti della bilancia in equilibrio. Fai in modo, che non siano i bambini a soffrire, comunque.

 

MARIA TERESA: 1980 VERGINE (TA)

Lui ti chiede :la matita, la gomma, il righello, il temperamatite. Una cosa tutti giorni. A parte che state facendo ridere tutto l’ufficio, perché hai risposto “NO” quando ti ha chiesto se volevi un caffè?! – “Perché non volevi far sparlare…..????” ma peggio di così!!!. Se vuoi sapere cosa dicono le carte su questo Fernando, la girata è ottima. Parla di un bravo ragazzo un po’ sfortunata in amore, perché è divorziato già da molti anni, senza figli. È timido come te. Cerca di dargli una chance! Ti inviterà alla bicchierata di Natale… non andarti a nascondere… quello sarà un bell’approccio!

…O il poverino continuerà a chiedere cancelleria all’infinito. Auguri sinceri a tutti e due.

 

ROBERTO: 1995 CANCRO (LE)

Quando ti ho detto che:”Tanto va la gatta al lardo, che ci lascia lo zampino!” mi hai risposto che era solo per scherzo che corteggiavi Paola, che era troppo bimba, troppo seria, troppo studiosa eccetera, ti avevo raccomandato di stare attento alle acque chete (facendo riferimento a Lei). Adesso mi chiedi di rivelarti cosa dicono le carte in proposito, perché l’hai portata al cinema, baciata, e preso anche, un bello schiaffone. Questo ti rivela che lei è interessata, o, non si sarebbe neanche fatta mettere un dito addosso. E’ un tipo schivo e timido, ma quando è ora, tira fuori le grinfie. SI, SI, SI, anche a lei tu piaci, vai piano, per gradi, però! Fai amicizia con la mamma e di seguito col padre. Queste sono le azioni migliori che puoi attuare solo e dico “SOLO”. se ti piace sul serio e hai intenzioni serie…..o ti troverai in un mare di guai. Le carte non scherzano sulla serietà dei sentimenti.

LEOPOLDO: SCORPIONE (TA)

Vi avevo raccomandato di essere gentile, ma anche sincero, con questa bella Signora Veneziana. Sono contenta che siate diventati così intimi da stare del tempo a casa di uno o dell’altro. Quello che vi chiedevo, era di dirvi (ormai in confidenza) la vostra reciproca età, che è , anno più o meno, la medesima. Per il giorno del suo (di Ortensia) compleanno domenica 6 novembre, avete preparato una gran festa con i vostri amici con cena e torta finale. La torta è arrivata in tavola, meravigliosa, con tutte le 83 candeline accese…. .. Ortensia è rimasta molto male, (anche se si è trattenuta) è ha soffiato come di rigore. Insomma, Leopoldo chi ve l’ha fatto fare di mettere tutte le candeline accese?….. le Signore ci tengono alla propria età, soprattutto quelle come Ortensia, accipicchia!

Sono contenta che la settimana dopo, Lei (Ortensia), poiché era il vostro compleanno, vi ha contraccambiato con una torta a tre piani e sopra scritto:”AUGURI! MA NON SAI FARE LE ADDIZIONI, INFATTI TI HO MESSO CANDELE DA PARTE, COSI’ PUOI CONTARLE TRANQUILLO!! A U G U R I”

Da brava SCORPIONE, si è elegantemente vendicata, caro Leopoldo. Non è il caso di fare il risentito, è stato “UN PAN PER FOCACCIA”. Stringetevi di nuovo la mano, e continuate questo bel viaggio che state compiendo insieme, e speriamo di partecipare al vostro prossimo fidanzamento a Venezia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad