banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 16 marzo 2017 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – È iniziata nell’Aula del Senato la discussione sulla mozione M5S di sfiducia individuale al ministro dello Sport, Luca Lotti, sulla vicenda Consip. Dopo la illustrazione della mozione da parte di Paola Taverna (M5S) hanno preso il via gli interventi. C’è praticamente il governo al completo nell’Aula del Senato, dove si sta discutendo la mozione di sfiducia al ministro dello sport Luca Lotti. Ci sono Padoan, Poletti, Fedeli, Galletti, Minniti, Pinotti, Calenda, Costa. Lotti è seduto tra Madia e De Vincenti. In mattinata invece c’era stato l’ok del Senato alla fiducia sulla riforma del processo penale. Sono stati 156 i sì, 121 i no, un solo astenuto.

ITALIA______

PALERMO – Svolta nelle indagini sull’omicidio dell’avvocato Enzo Fragalà, ucciso a Palermo il 26 febbraio 2010. I Carabinieri hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone con l’accusa di aver avuto un ruolo sulla morte dell’ex parlamentare, aggredito a bastonate la sera del 23 febbraio 2010 all’uscita dal suo studio, a pochi metri dal palazzo di giustizia di Palermo. Fragalà morì tre giorni dopo all’ospedale Civico. A determinare la condanna a morte del legale da parte di Cosa nostra, sarebbe stata la sua volontà di convincere alcuni suoi clienti a collaborare con la giustizia. “I mafiosi volevano dare un segnale a tutta l’avvocatura palermitana”, spiega il capo della Procura della Republica di Palermo, Francesco Lo Voi.

MONDO______

AMSTERDAM – Quasi 13 milioni di elettori olandesi sono chiamati alle urne per rinnovare i centocinquanta seggi della Camera bassa del Parlamento, in un voto considerato come un termometro della febbre popoulista e xenofoba in Europa, prima delle elezioni presidenziali di aprile/maggio in Francia e quelle politiche in Germania di settembre. Il ‘numero’ magico è settantasei seggi ma raramente il vincitore delle elezioni ha i voti sufficienti per governare da solo e la natura proporzionale del sistema incoraggia a una coalizione di governo tra i vari partiti. Fino alla vigilia il 60% dei 12,9 milioni di potenziali elettori si è detto ancora indeciso: se votare e per chi votare. Sono ventotto in totale i partiti che si presenteranno al voto, al termine di una campagna elettorale dominata dal tema dell’identità e del multiculturalismo e fagocitata negli ultimi dalla crisi diplomatica con Ankara.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad