banner ad

POVERE QUERCE! POVERI TUTTI NOI!!

| 28 marzo 2017 | 0 Comments

(g.p.)______Ma quanto c’è ancora da lavorare, sull’ educazione ambientale? Quanto, ancora, da spiegare, per convincere che il profitto del privato, non deve mai oltrepassare la salvaguardia del territorio? Per due soldi in più, si accettano le discariche abusive, o si commercia in veleni. Oppure, si tagliano alberi preziosi.

E’ stato scoperto ‘stamattina dai Carabinieri della Forestale che, per compiere una trasformazione non autorizzata, un agricoltore ha tagliato ben ottantacinque querce tipiche della Murgia (nella foto d’ archivio, un’ immagine di repertorio), in località ‘Iazzo e Scoparella’, ai margini di un terreno sul quale stava mettendo a dimora alberi da frutta. La zona ricade in un’area ad elevato vincolo ambientale del Parco Nazionale, che è anche Zona di protezione speciale e Sito di importanza comunitaria.

Nessuno degli interventi eseguiti era stato autorizzato dall’Ente Parco e dalla Regione, o assoggettato alle procedure di Valutazione di incidenza ambientale.

L’uomo è stato denunciato a piede libero.

Soltanto denunciato a piede libero, purtroppo. Troppo poco, per il crimine contro l’ umanità che ha commesso.

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad