IL MARE PUO’ ATTENDERE …

| 29 maggio 2017 | 0 Comments

di Paola Scialpi______ Da molto tempo ormai passando da via Felice Cavallotti avremmo voglia di voltare lo sguardo da qualche altra parte pur di non vedere lo scempio di erbacce e quant’altro che invade lo spazio dell’ex Caserma Massa, prima, ironia della sorte, inondato dai colori del mercato dei fiori, ora riservato ad un parcheggio.

Ma quello che più fa rabbia sono gli slogan che appaiono da tempo immemorabile sulle fasce della recensione. Quasi tutte inneggiano al cuore dei cittadini, alla bellezza della città.

Ormai non è più accettabile che si facciano promesse ai cittadini e che non avvenga nulla per tanto tempo.

Un comune cittadino come me non può essere a conoscenza di ciò che avviene dietro le quinte ed è da tempo immemorabile che c’è poca trasparenza per i luoghi che rimangono per anni inutilizzati (esempio visibile il contenitore di settecento posti di parcheggio attiguo al Tribunale).

Se la politica non imparerà ad essere più trasparente dichiarando ai cittadini, sempre che si possano rivelare, gli impedimenti che ostacolano l’utilizzo di un determinato luogo, tutti gli operatori della politica dovranno assumersi le responsabilità della diffidenza di tutta la città che continuerà a non credere alle promesse con le dovute possibili conseguenze.

Avendo appreso che da oggi si sarebbe proceduto alla pulizia del luogo in questione, io voglio sperare che questo avvenga, non solo perché arriveranno turisti sempre più numerosi per ammirare le nostre bellezze architettoniche e non le erbacce, ma anche perché le promesse mantenute in una prossima data importante anche con una splendida giornata di sole faranno dire ai leccesi: “il mare può attendere”.

 

Category: Cronaca, reportage

Lascia un commento