banner ad

E’ ARRIVATO IL GIRO DI VITE DELLA QUESTURA DI LECCE SULLA ZONA DELLA STAZIONE: UN LOCALE CHIUSO, UN CAPANNONE SGOMBERATO, UNA DENUNCIA, DUE ESPULSIONI, NUMEROSI ALTRI CONTROLLI

| 31 maggio 2017 | 1 Comment

(g.m.)______Come annunciato, la Questura di Lecce, ha predisposto servizi straordinari di controllo nel quartiere “Ferrovia”, il primo, l’ altra notte, chiamato ’operazione “Legalità diffusa: ad oltranza” e consistente nel dispiegamento di un massiccio dispositivo di controllo nell’ area circoscritta, compreso l’ interno della stazione.

L’attività di contrasto ad ogni forma di illegalità – avverte la Polizia di Stato – proseguirà ad oltranza fino ad un tangibile cambiamento dell’attuale contesto di insicurezza sociale.

E’ stato chiuso l’ esercizio commerciale “Raimbow”, sito in via Don Bosco, destinato alla somministrazione di alimenti e bevande, causa le precarie condizioni igieniche dei locali (nella foto), come constatato dai tecnici dell’ Asl fatti intervenire appositamente.

Un capannone dismesso nell’area di parcheggio dello scalo ferroviario, dove avevano trovato alloggio diversi senza fissa dimora è stato sgomberato, anche con la rimozione delle masserizie e dei giacigli di fortuna da parte di personale della nettezze urbana fatto convenire apposta.

Numerosi i controlli personali.

Un 61enne della provincia è stato allontanato con foglio di via obbligatorio, perché ritenuto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Un giovane del Ghana di 21 anni, munito di permesso di soggiorno per motivi umanitari ed incensurato,  è stato trovato in possesso di trentasette grammi di hashish e sedici di marijuana e pertanto è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Quattro donne straniere dedite alla prostituzione, trovate nella zona di piazzale Rudiae, sono state accompagnate alla Divisione Immigrazione per la verifica della regolarità della loro presenza sul territorio nazionale.

Infine, ci sono state due espulsioni con accompagnamento al C.I.E. di Brindisi di un cittadino senegalese e di un cittadino indiano entrambi con precedenti a carico, rispettivamente, il primo per resistenza a pubblico ufficiale, estorsione, furto, evasione, rapina ed inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale; ed il secondo per lesioni personali, furto, ingiuria, minaccia, violazione di domicilio, danneggiamento oltre che per inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale.

 

 

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Erio Congedo, Fratelli d' Italia - tramite redazione ha detto:

    Esprimo il mio apprezzamento e la mia soddisfazione per l’azione intrapresa dal nuovo questore di Lecce, mirata all’intensificazione dei controlli nelle zone più sensibili ed in particolare nel quartiere Ferrovia, recente scenario di cronaca cittadina.
    Sin dai primi minuti dall’insediamento, il questore Laricchia ha dimostrato di avere idee e programma chiari per garantire legalità e ordine pubblico all’intera comunità leccese.
    Finalmente il disagio, le paure e le denunce dei residenti sono stati ascoltati; l’auspicio è che non resti un intervento isolato ma che sia un modus operandi, ossia l’inizio di una costante azione di prevenzione e contrasto a quei fenomeni di illegalità, degrado ed inciviltà che hanno portato ad un livello di insicurezza ed intollerabilità del tutto incompatibili con una civile convivenza urbana.

Lascia un commento

banner ad
banner ad