IL CERCHIO SI STRINGE INTORNO AI CLANDESTINI DEL PIAZZALE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI LECCE

| 6 Giugno 2017 | 0 Comments

(g.m.)______L’ aveva promesso il nuovo Questore Leopoldo Laricchia, rispondendo alle richieste dei cittadini, anche in seguito agli ultimi episodi di cronaca nera verificatisi nella zona della stazione ferroviaria di Lecce. Detto fatto. L’ hanno chiamata ‘legalità diffusa ad oltranza’, e l’ operazione è alla terza replica, questa notte (nella foto). Prima di vedere come è andata, ricordiamo cosa è successo nelle due ‘puntate precedenti’ in seguito al dispiegamento di un massiccio dispositivo di controllo nell’ area circoscritta ______

 

NOTTE DEL 31 MAGGIO:

E’ stato chiuso l’ esercizio commerciale “Raimbow”, sito in via Don Bosco, destinato alla somministrazione di alimenti e bevande, causa le precarie condizioni igieniche dei locali (nella foto), come constatato dai tecnici dell’ Asl fatti intervenire appositamente.

Un capannone dismesso nell’area di parcheggio dello scalo ferroviario, dove avevano trovato alloggio diversi senza fissa dimora è stato sgomberato, anche con la rimozione delle masserizie e dei giacigli di fortuna da parte di personale della nettezze urbana fatto convenire apposta.

Un 61enne della provincia è stato allontanato con foglio di via obbligatorio, perché ritenuto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Un giovane del Ghana di 21 anni, munito di permesso di soggiorno per motivi umanitari ed incensurato,  è stato trovato in possesso di trentasette grammi di hashish e sedici di marijuana e pertanto è stato denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Quattro donne straniere dedite alla prostituzione, trovate nella zona di piazzale Rudiae, sono state accompagnate alla Divisione Immigrazione per la verifica della regolarità della loro presenza sul territorio nazionale.

Infine, ci sono state due espulsioni con accompagnamento al C.I.E. di Brindisi di un cittadino senegalese e di un cittadino indiano entrambi con precedenti a carico, rispettivamente, il primo per resistenza a pubblico ufficiale, estorsione, furto, evasione, rapina ed inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale; ed il secondo per lesioni personali, furto, ingiuria, minaccia, violazione di domicilio, danneggiamento oltre che per inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale.______

 

NOTTE DEL 1 GIUGNO

Un nuovo arresto, un giovane della Costa D’Avorio Mutar Tourè, 22 anni, senza fissa dimora e senza documenti, che aveva tentato di rubare un trolley ad una viaggiatrice appena scesa dal treno e che stava chiamando dal telefonino sul piazzale i parenti che dovevano venirla a prendere.

Identificato grazie alle impronte sulla banca dati delle forze dell’ ordine, il giovane è risultato avere precedenti specifici, ed è stato pertanto rinchiuso nel carcere di Borgo San Nicola.______

 

E veniamo alla cronaca d’ attualità, di questa

NOTTE DEL 6 GIUGNO

Controllati e identificati giovani extracomunitari sul marciapiede del piazzale della stazione.

Fra di loro, c’ erano:

Abderrahmane Benamra, 28 anni, di nazionalità tunisina, già raggiunto il mese scorso da un ordine del Questore di Lecce di lasciare il territorio dello Stato italiano;

Brahim Laayouni, 40 anni, di nazionalità marocchina, con precedenti per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, e rapina, già raggiunto tre anni fa da un ordine del Questore di Lecce di lasciare il territorio dello Stato italiano.

Entrambi saranno espulsi con accompagnamento al Centro Identificazioni Espulsioni  di Torino.

Fra gli identificati, altre tre persone saranno poi sottoposte a ulteriori provvedimenti finalizzati all’ espulsione: due cittadini marocchini, di 41 e 25 anni, anch’ essi inadempienti a ordinanze di lasciare l’ Italia, e un cittadino senegalese di 48 anni, con precedenti per spaccio.

Infine, anche con l’intervento del servizio comunale di igiene, è stato visionato nuovamente il locale adibito a deposito ferroviario, sgomberato sei notti prima, dove non è stata riscontrata la presenza di persone, o di giacigli di fortuna, e sono state rimosse bottiglie di vetro, scatoloni di cartone e rifiuti vari che erano stati abbandonati sul marciapiede antistante il piazzale.

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento