STALKING A SAVA, ARRESTATO L’ EX MARITO / SALVATAGGIO IN UN’ ABITAZIONE DI UGENTO / TRUFFA AI DANNI DI UN’ ANZIANA A LECCE / BREVI DI NERA

| 29 giugno 2017 | 0 Comments

(e.l.)_____Sava. Questa mattina, su disposizione dei magistrati, un pregiudicato di 44 anni è stato posto agli arresti domiciliari con l’ accusa di maltrattamenti in famiglia.

Separatasi dopo dieci anni di matrimonio, l’ ex moglie lo aveva denunciato per gli insulti, le minacce, le aggressioni verbali e fisiche di cui era stata ripetutamente vittima.

Ugento. Questa notte gli agenti della Polizia di Stato di Taurisano hanno salvato la vita ad un anziano di 78 anni. Intervenuti in seguito alla segnalazione dei vicini di una forte puzza, ed entrati in casa rompendo il vetro di una finestra, lo hanno trovato esanime, sul letto: aveva dimenticato un pentolino sulla cucina e gli ambienti erano oramai saturi di gas e fumo.

Fortunatamente, si è ripreso, dopo le cure dei sanitari del 118, allertati dai Poliziotti, che nel frattempo hanno completato la messa in sicurezza dell’ abitazione.

Lecce. Un’ anziana di 81 anni è stata truffata da un sedicente addetto dell’ Enel, il quale, con il pretesto di dover sostituire il contatore, si faceva aprire la porta di casa. Una volta all’interno dell’appartamento il truffatore, dell’età apparente di circa 25/30 anni, alto 1,80 cm, robusto capelli corti, aspetto distinto, chiedeva di visionare l’ultima bolletta. La signora che doveva proprio recarsi a pagarla, per poche decine di euro, la esibisce. Il finto addetto le dice che può versare direttamente a lui l’ammontare più le spese per la sostituzione del contatore per un totale di 250 euro. La signora acconsente, versa la somma e le viene rilasciato un contratto: del tutto falso, come si accorgerà poi.

Category: Cronaca

Lascia un commento