banner ad
banner ad
banner ad

“Dell’ anima falò″, LE POESIE DELLA RACCOLTA DI GIOVANNA POLITI A GALLIPOLI GIOVEDI’ 20

| 17 luglio 2017 | 0 Comments

di Stefano Donno______ Appuntamento con la poesia grazie all’Associazione Filarmonica che, con il Patrocinio del Comune, organizza a Gallipoli la serata di giovedì 20 luglio, alle ore 21,00, quando, nella splendida cornice della Cantina Coppola 1489, in via Lecce, sarà presentata la silloge poetica della scrittrice e poetessa leccese Giovanna Politi intitolata “Dell’ anima falò″.

Dialogheranno con l’autrice il professor Wojtek Pankiewicz e la professoressa Annarita Miglietta, dell’Università del Salento. Interverrà inoltre il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva.

I versi verranno declamati da Lola Giuranna e Ludovica Bono, attrici teatrali dell’Associazione Filarmonica.

Il nuovo Sostituto Procuratore Generale della Repubblica di Lecce, proveniente dalla sede di Locri, Salvatore Cosentino, attore e regista e autore di testi teatrali ha curato la prefazione del libro, nella quale, tra l’altro, ha scritto : “Nelle pagine che seguiranno si coglierà che l’amore è una scia chimica, un intersecarsi di olfatti. Cospicua è la reminiscenza, che da critico colgo, del Cantico dei Cantici, e in questa grande similitudine botanico-emotiva, Giovanna ci svela senza ipocrisia i suoi gusti, i suoi piaceri, le sue passioni, le sue stagioni, come quando ci racconta dell’estetica di un’estate estatica, capolavoro di solstizi perfetti ed assolati. Ma si tratta di un amore mai religioso eppur sempre spirituale, quando si tramuta nell’evocazione dell’Assoluto o nella preghiera di perdere tutti i sensi nella speranza di guarire dalla malattia dell’Amore, in realtà inguaribile perché prepotente come fiume che corre al mare. E allora ecco le irruzioni senza avviso a rovistare cuori, le navigazioni di mari inquieti, le arie salmastre di potenze divine, i cuori di vetro e le prigioni dell’anima, per questa poetica della metafora dove “mento” non è solo una parte del viso, ma anche il verbo di chi commette falsa testimonianza.

Giovanna Politi è una Principessa scalza, sensuale e un po’ monella che attraversa il grande salotto della Vita incurante di cliché, perbenismi e ottusità benpensanti. “

 

 

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento

banner ad
banner ad