banner ad

..E MENO MALE CHE ERA ‘TRANQUILLO’, E ‘ UN MODERATO’! MENTRE ALLA CAMERA PD E FORZA ITALIA PREPARANO UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE TRUFFA, LUIGI DI MAIO A MUSO DURO PARLA DI ‘EMERGENZA DEMOCRATICA’ E INVITA TUTTI GLI ITALIANI A SCENDERE IN PIAZZA. MOBILITAZIONE DEL M5S, DOMANI MERCOLEDI’ 11, DAVANTI MONTECITORIO

| 10 ottobre 2017 | 0 Comments

(g.p.)______Ore decisive, giorni decisivi di fine legislatura. Pd e Forza Italia hanno trovato un’ intesa su una nuova bozza di legge elettorale, il così detto ‘rosatellum’, che, sostanzialmente, è fatta per favorire le ampie coalizioni e penalizzare dunque il Movimento 5 Stelle, a parte il fatto di non recepire in niente le indicazioni date dalla Corte Costituzionale, recepite invece dal precedente ‘consultellum’ mai varato e da tempo definitivamente naufragato.

Il sospetto, poi, è che il ‘rosatellum’ favorisca anche un accordo, dopo le elezioni, previste a febbraio, fra i due partiti promotori.

La legge, dopo i passaggi in Commissione, è in discussione alla Camera, dove, come è noto, il Governo ha un’ ampia maggioranza. Ciò nonostante, l’ esecutivo ha posto la fiducia.

Si vota domani con questo stratagemma, per ‘disinnescare’ eventuali ‘franchi tiratori’ sempre in agguato.

Il passaggio decisivo è comunque il secondo, previsto a fine mese, al Senato.

Intanto però sono ore di fibrillazione.

Movimento Demcratico – articolo 1 (scissionisti dal Pd e ieri in aperta rottura con la ventilata coalizione di centro – sinistra allargato attualmente in preparazione da parte di Renzi e Pisapia) e Movimento 5 Stelle (notoriamente sempre da solo) non ci stanno, e si sono appellati al presidente della Repubblica, affinché non firmi la legge, ove dovesse essere varata.

Nessuna risposta, anzi, implicitamente, dal Colle, un’ affermazione di sostegno al Parlamento.

Così, Luigi Di Maio, ‘stamattina ha dapprima scritto una dichiarazione al vetriolo, analoga, nei toni e nella sostanza, ad un’ altra di Roberto Fico.

Ecco il testo di quanto pubblicato dal candidato premier del M5S:

“Signori, siamo in piena emergenza democratica. Nelle aule parlamentari si sta consumando l’ennesima aberrazione istituzionale: il Pd ha appena dato il suo ok alla fiducia sulla legge elettorale quindi il Parlamento non potrà discuterla. Quello che hanno deciso due o tre capi di partito diventerà legge senza che nessuno possa dire la sua. È un momento critico. Alle 12.00 riuniremo il gruppo parlamentare e decideremo la nostra reazione, che sarà durissima.

È un colpo mortale alla democrazia, una violazione delle regole democratiche. Il Rosatellum è una Legge Truffa contro il MoVimento 5 Stelle e contro la volontà dei cittadini. È una legge fatta ad arte per favorire alla prossima legislatura un governo Renzi- Berlusconi, a prescindere da chi vincerà davvero le elezioni.

Stanno stravolgendo la legge elettorale a 6 mesi dalle elezioni per provare a fermare la prima forza politica del Paese. Hanno paura dell’effetto che avrebbe la nostra probabile vittoria in Sicilia e ci combattono non con la bontà dei programmi, ma truccando le regole del gioco.

L’intento è distruggerci, quello che otterranno sarà rafforzarci. Faranno imbestialire i cittadini.

Nei prossimi giorni saremo chiamati tutti a difendere le Istituzioni della Repubblica. State pronti”.

Poi, pochi minuti fa, al termine della riunione dei gruppi parlamentari, Luigi Di Maio ha aggiunto poche righe, ma esplosive, rivolte ai cittadini:

“Per anni ci avete detto: “convocateci in piazza e verremo”. È arrivato il momento! Domani Mercoledì 11 Ottobre alle 13:00, Piazza Montecitorio. Saranno due giorni duri”.

L’ appello, divulgato anche in versione video,sta facendo il giro dei social, rimbalzato dagli attivisti e dagli iscritti.

Insomma, oramai è scontro a viso aperto.

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad