TE’, MUSICA E SUGGESTIONI NARRATIVE. A NARDO’ SABATO 14 ‘QUANDO ARRIVA DOMENICA’, IL NUOVO ROMANZO DI MINO PICA: “la felicità è un atto creativo. Immaginarla è la rivoluzione che ognuno di noi può decidere di vincere”

| 13 Ottobre 2017 | 0 Comments

(Rdl)______Quando arriva la domenica, domenica, maledetta domenica, come diceva il titolo di un film inglese ‘scandalo’ degli anni Settanta, arriva per molti l’ ansia. Passato, sta passando, il dì di festa, tristezza e noia recan le ore, come diceva il Poeta, ma che festa poi? Se pure il tempo libero, che dovrebbe essere liberato, dai travagli quotidiani, diventa spesso il tempo della malinconia, dei bilanci che non quadrano, delle occasioni perdute, dell’ angoscia per tutto quanto incombe, senza che ci sia la possibilità, la voglia, di farvi fronte.

Tante suggestioni, di cui arriva la chiara eco, per un tema particolare, particolarissimo, da cercare di volgere in positivo, con il cambiamento, con “la volontà di recuperare la poesia di ogni giorno, che si è nascosta per non cedere all’ insensatezza della realtà”.

Il tutto, come un filo rosso, attraversato dalle suggestioni della musica, l’ altra grande passione dell’ autore.

Mino Pica (nella foto, di Daniela Errico), giovane scrittore brindisino, alla sua quarta prova editoriale, nella narrativa, in cui trova maturità espressiva ed equilibrio creativo, di suggestioni del genere, ha fatto un romanzo, sotto forma di diario, “Quando arriva domenica”, Musicaos editore, 2017, 132 pagg. 13 euro. Copertina di Carmelo Kalashnikov, illustratore e rock poster artist.

Sabato 14 ottobre, alle 17.30, a Nardò, alla libreria “I volatori”, in via Pellettieri, 18, ne parlerà egli stesso con l’ editore Luciano Pagano.

La serata rientra nella rassegna “Incontri all’ora del tè”, organizzata dalla libreria “I volatori”, con il coordinamento di Loredana Giliberto, in collaborazione con il B&B “Antica Dimora” e Musicaos Editore, “una serie di appuntamenti in cui si parlerà di scrittura, in compagnia di un buon tè caldo, di musica e non solo, presso la storica libreria di Nardò”, un luogo che, come ha avuto modo di esprimere il cantautore Mannarino “in un antro, nascosto nella pietra, continua ogni giorno in silenzio a salvare quel che resta del mondo”.

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Eventi, Libri

Lascia un commento