BOTTE E MINACCE ALLE DONNE, TRE NUOVI CASI

| 14 Ottobre 2017 | 0 Comments

(g.m.)______Maltrattamenti in famiglia, violenza di genere. Anni, mesi di manifestazioni, dibattiti, film articoli, per un ‘messaggio’ che nei nostri paesi evidentemente è ancora ben lungi dall’essere recepito. Ieri, a poche ore e a pochi chilometri di distanza l’ uno dall’ altro, tre episodi.

A Taviano (nella foto), un pensionato di 50 anni ha mandato al pronto soccorso dell’ ospedale di Gallipoli, dove è stata ricoverata con trauma cranico, la convivente, dopo averla colpita con calci e pugni. L’ uomo è stato denunciato  piede libero per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Stessi reati contestati ad un giovane sempre di Taviano di 35 anni, che ha picchiato la moglie, provocandole ‘traumi facciali e stato d’ ansia reattivo’.

Per atti persecutori e detenzione abusiva di armi è stato denunciato invece a Melissano un giovane di 35 anni, che, nonostante fosse stato già in passato diffidato dall’autorità giudiziaria, dopo la fine della relazione con la convivente, ha continuato a minacciare la ex armi in pugno.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento