GIOCHI DI SOCIETA’ PIU’ GRADITI? I DADI

| 2 novembre 2017 | 0 Comments

Squadrati, mistici, un po’ magici, colorati: i dadi appassionano tantissime persone. Con i dadi quasi tutti i giochi di società hanno inizio, fedeli compagni dell’uomo sono usati anche a Lecce e nel Salento come passatempo da bambini ed anziani. Sino a poco tempo fa era possibile osservare partite a dadi al circolo sotto casa o al bar del quartiere adesso forse è un po’ più raro. Un gioco antico come l’uomo quello con i dadi: appassionante, magico, misterioso e persino facile da imparare è indubbiamente uno dei giochi d’azzardo più noti al monde.

Esistono però tantissimi giochi a dadi tutti diversi tutti belli.

I giochi di dadi sono quasi tutti orientali perchè è lì che vengono praticati, dalle nostre parti accompagnano le serate di pescatori e uomini di mare, di anziani o di amici al bar. I più noti? Indubbiamente Tokio conosciuto anche come Bluff a 21 è un gioco che è basato sul bluffare e scoprire il bluff di altri giocatori. A Bluff a 21 o Tokio si gioca con due o più giocatori, con due dadi a sei facce, un bicchiere ed un piattino.

Passando in Europa invece un gioco tra i più noti è Farkle: un gioco di origine anglosassone che si gioca con 6 dadi. Il gioco è semplice, un po’ come tutti i giochi di dadi lo scopo è quello di azzeccare le combinazioni uscite dal lancio per un numero di volte tali definite dai giocatori.

I dadi si tengono stretti in una mano e si lanciano, si calcolano poi i punti e se si fa farkle, ovvero si azzecca il punto è vincente, un gioco di società molto praticato nel Regno Unito.

Ma i dadi sono anche legati alla magia ed anche qui a Lecce un po’ tutti i bambini sono stati incantati almeno una volta da chi riesce a predire la somma dei dadi. Un gioco particolare, da prestigiatore, un mistero forse ma con qualche piccolo trucco ed un po’ di esperienza non è certo difficile provare a farlo.

E’ un gioco da prestigiatore ed allora bisogna prepararsi con dadi e carta. Scrivere su foglio il numero che si dovrà indovinare, facendo attenzione a stabilire l’ordine delle uscite. Il foglio scritto viene dato ad uno degli spettatori che deve nasconderlo in tasca. Un altro spettatore lancerà i dadi e scoprirà che la somma è quella data dal prestigiatore. Semplice! Molto semplice la somma dei dadi utilizzati dà sempre 14 ecco.

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento