‘Consiglio regionale monotematico su Acquedotto Pugliese’

| 11 Novembre 2017 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Carlo Martignano del ‘Comitato Pugliese Acqua Bene Comune’ ci manda il seguente comunicato ______

Il 17 novembre prossimo è stato finalmente convocato il Consiglio regionale monotematico sul futuro dell’Acquedotto pugliese su richiesta del M5S e del Consigliere Borraccino. E’ l’ennesimo risultato degli sforzi del Comitato Pugliese “Acqua Bene Comune” e di tutte le associazioni, i collettivi, i singoli e le singole che hanno aderito alla campagna “Acqua e Democrazia” e delle forze politiche che ne accolgono le istanze e le richieste.

Si tratta di un passaggio dovuto e, allo stesso tempo, di una fatica cui avremmo rinunciato volentieri, ma cui siamo costretti dato il silenzio assordante da parte della Regione Puglia a seguito della chiusura del tavolo tecnico paritetico tra istituzioni regionali e Comitato pugliese. Il tavolo ha prodotto un’unica proposta di legge curata dai professori Alberto Lucarelli e Bruno De Maria, il cui effetto sarebbe – se adottata – la trasformazione di Aqp da società per azioni a ente di diritto pubblico.

Ci saremmo aspettati una presa di posizione del Presidente Emiliano e della giunta a riguardo o, almeno, una presa d’atto del lavoro svolto. Ma niente. Solo silenzio. Altro che legge sulla partecipazione!

Per questo, invitiamo tutti a partecipare al Consiglio Regionale del 17 novembre per spingere affinché la legge presentata al tavolo tecnico da parte del Comitato pugliese “Acqua Bene Comune” venga adottata e il Presidente Emiliano dia risposta agli interrogativi posti nelle lettere aperte a lui indirizzate dal Prof. Alberto Lucarelli e dal Prof. Riccardo Petrella.

Chi intende partecipare, comunichi – entro domenica 12 novembre alle ore 20.00 – il proprio nominativo insieme al numero di carta d’identità all’indirizzo del Comitato: segreteriareferendumacqua@gmai l.com.

I nominativi saranno trasmessi lunedì 13 novembre alla Presidenza di Consiglio regionale.

Perché si scrive acqua, ma si legge democrazia!

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento