MASSIMO DAPPORTO A LECCE GIOVEDI’ 14

| 13 dicembre 2017 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Da Monza, Paola Sozzani (nella foto, con l’ attore) ci scrive______

Buongiorno a tutti,

sono una grandissima fan di Massimo Dapporto fin dai tempi di “Amico mio”, ho seguito con tanto affetto le sue serie televisive, la maggioranza dei suoi film e ho già assistito a diversi suoi lavori teatrali: “Ladro di razza”, “Quei due” e, recentemente, “Un borghese piccolo piccolo” tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami, dal quale è stato tratto il capolavoro cinematografico di Monicelli, interpretato dal grande Alberto Sordi.

Lo spettacolo va in scena a Lecce al Politeama Greco giovedì 14 dicembre alle 20.30.

Sicuramente molti di voi ricorderanno la trama del romanzo: l’interprete, Giovanni Vivaldi, un uomo di provincia impiegato da oltre trent’anni al Ministero e prossimo alla pensione, cerca disperatamente una raccomandazione per garantire al figlio Mario un posto fisso che rappresenterebbe la continuità nel suo stesso ufficio. Giovanni Vivaldi è disposto a tutto pur di sistemare il figlio, entra persino a far parte della Massoneria per raggiungere il suo scopo e, così facendo, ottiene le risposte del concorso dal suo capufficio perché Mario le impari a memoria. La raccomandazione diventa la parte centrale della storia, una sorta di necessità entrata nella consuetudine dell’italiano medio.

Purtroppo, la morte di Mario Vivaldi, accidentalmente ucciso da una pallottola vagante proprio la mattina stessa del concorso e, successivamente, la morte di Amalia, compagna della sua vita, a causa di una malattia provocata dal dolore per la scomparsa del figlio, spingono Giovanni Vivaldi a vendicarsi uccidendo l’assassino di Mario.

 

La versione teatrale, adattata e curata dal regista Fabrizio Coniglio è davvero ottima, gli interpreti, compagni di scena di Massimo Dapporto: Susanna Marcomeni (che interpreta Amalia, la moglie di Giovanni Vivaldi), Matteo Francomano (il figlio Mario), Roberto D’Alessandro (il capufficio Spaziani) e Federico Rubino (l’assassino) sono tutti bravissimi. Una nota speciale per il protagonista principale della pièce, uno straordinario Massimo Dapporto che ha interpretato magistralmente la sua parte come nessun altro avrebbe potuto fare.

Non perdete l’opportunità di vedere questo bellissimo spettacolo, ci sono ancora biglietti disponibili.

Category: Cultura, Eventi, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento