ED ECCO…AL MOMENTO GIUSTO…L’ “Amaro alle foglie d’ulivo di MalaChianta”, CHE “promuove il territorio, l’ambiente e le coltivazioni sane della nostra terra”

| 25 dicembre 2017 | 2 Comments

(g.p.)______“Un segnale, e proporre un idea alternativa all’ utilizzo di una pianta così cara al nostro territorio quale quella dell’ulivo”, che “non si è limitata ad una semplice produzione, ma ha messo in moto una collaborazione interna tra soci, che ha attivato un vero e proprio sistema di economia circolare”.

C’ era una volta l’ Amaro Medicinale Giuliani, di Carosello memoria.

Adesso c’è l’ Amaro Giuliana: sua l’ idea, la ricetta, e l’ organizzazione della produzione: un amaro alle foglie di ulivo!

Anche se si chiama “Amaro alle foglie d’ulivo di MalaChianta”, l’ associazione che, dopo appena un anno e mezzo di esistenza, fra Squinzano e Trepuzzi, porta a termine un altro progetto meritorio, quanto prestigioso.

Giuliana è la presidente Giuliana Mastroleo, che così racconta la sua creatura: “Dapprima la raccolta delle foglie. Con l’aiuto del vice presidente Giovanni Mancarella, sono stati selezionati alberi di ulivo che osservavano i nostri parametri di totale assenza di trattamenti di qualsiasi tipo se non solo quelli naturali.

Passati alla selezione manuale delle foglie fresche e sane, successivamente alla produzione e all’ imbottigliamento vero e proprio.  Ci ha pensato l’Infuseria Lupiense di Roberto Pati col quale oltre ad essersi instaurato un rapporto associativo e di collaborazione, ha reso possibile la creazione del nostro amaro.

Alla presentazione del progetto a tutti i soci è stata data la possibilità di subentrare come veri e propri investitori volontari, che hanno contribuito e seguito la realizzazione.

I soggetti che hanno aderito all’ investimento sono in primis Antonio Canzio, socio fondatore nominato tesoriere oltre che consulente della associazione, che sin dal principio ha voluto scommettere su questa avventura, a seguire Emanuele Romano inizialmente socio ordinario recentemente nominato dal direttivo segretario”.

E poi così commenta: “In questo percorso la parte più impegnativa sicuramente quella della etichettatura, che ha presentato qualche scoglio ma la determinazione ha reso tutto più entusiasmante, a darci una mano Simone Maffei della PubliGrafic di Trepuzzi.

La nostra è una profonda soddisfazione per essere riusciti a creare condividendo un’idea che promuove il territorio l’ambiente e le coltivazioni sane, mettendo in risalto così le qualità e le possibilità che offre la nostra terra”.

 

Category: Costume e società, Cronaca, Eventi

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Roby ha detto:

    Buon 2018
    Salve leggendo delle notizie mi son soffermato su l atticolo AMARO DELL ULIVO
    Vorrei sapere dove o come trovare questo prodotto.
    Sapere anche il costo e assaggiarlo se davvero e buono.

    Saluti e buon anno da Roby

  2. Giuliana Mastroleo ha detto:

    Buonasera. Sono Giuliana Mastroleo responsabile della associazione MalaChianta. Vi invito a contattarmi direttamente al Tel 3891525855 o tramite mail giuliana.mastroleo@libero.Grazie e buon anno nuovo.

Lascia un commento