ULTIME E ULTIMISSIME DI CRONACA NERA

| 26 dicembre 2017 | 0 Comments

(e.l.)______

Lecce. Un altro misterioso ‘avvertimento’, o minaccia, o vendetta, lo stabiliranno le indagini, al parroco della Chiesa di San Sabino (nella foto), zona 167: il giorno di Natale ha trovato le serrature delle porte di ingresso danneggiate, mediante chiavi spezzate all’ interno, e colla inserita apposta, ad aggravare il danneggiamento.

Lecce. Misterioso episodio questa mattina poco prima dell’ alba in piazzale Como, sempre alla zona 167. Tre ciclomotori parcheggiati uno vicino all’ altro sono andati uno completamente distrutto e due seriamente danneggiati dalle fiamme di un incendio, presumibilmente di origine dolosa, spento poi dai Vigili dei Fuoco. Indagini in corso.

Carmiano. Un’ auto in fiamme nella notte, una Fiat Uno divorata dalle fiamme. Le indagini di questa mattina hanno al momento appurato che era stata rubata due giorni fa a Veglie.

Parabita. Sorpresi nell’ auto in cui si trovavano con ottanta milligrammi di metadone e cinque compresse di  subxone, farmaco stupefacente oppiaceo che si usa in terapia di mantenimento o di disintossicazione dall’eroina, in alternativa al metadone, due uomini di 50 e di 49 anni sono stati denunciati a piede libero per spaccio di sostanze stupefacenti.

Casarano. Un giovane marocchino di 21 anni, agli arresti domiciliari, non è stato trovato in casa, dove doveva essere, al controllo dei Carabinieri, che lo hanno rintracciato poco dopo e poco distante, pure con addosso un coltello a scatto. E’ stato deferito per evasione. Sull’ accaduto, deciderà il giudice competente.

Cutrofiano. Credeva di aver fatto un affare, un uomo di 46 anni,  grazie ad un annuncio su internet cui aveva risposto, pagando 1.342 euro per un motore Volvo. Versati i soldi sul conto corrente del presunto venditore, però, la merce non è mai arrivata. Eh no, prima vedere cammello, poi pagare moneta…Invece, non gli è restato da fare altro, che andare dai Carabinieri a presentare denuncia. I militari sono riusciti a identificare i responsabili, una coppia di 44 anni, lui di Napoli, lei di Pompei, residenti a Casalnuovo, denunciati a piede libero per truffa. Quando ai soldi, come si dice a Napoli? Chi ha dato, ha dato, ha dato…

Ruffano. Un giovane di 19 anni è stato denunciato a piede libero con l’ accusa di maltrattamenti in famiglia. In seguito ad una lite scoppiata in casa nonostante il clima natalizio, ha rotto alcune suppellettili, e ha lanciato un coltello contro il padre, fortunatamente senza colpirlo.

Racale. Avevano rubato un po’ di merce dal Supermercato Penny, uscendo senza pagare. I Carabinieri li hanno identificati, e denunciati a piede libero per furto, oltre a recuperare la refurtiva: sono una coppia, di 41 e 36 anni.

Taurisano. Sorpreso a vendere per strada capi di abbigliamento contraffatti, un senegalese di 41 anni è stato denunciato a piede libero.

Ugento. trovato con in auto una mazza da baseball, un uomo di 46 anni è stato denunciato a piede libero per porto abusivo di armi.

Casarano. Guidava ubriaca. Fermata dai Carabinieri durante un controllo stradale del territorio, una giovane di 27 anni è stat denunciata a piede libero, e ha subito il ritiro della patente.

Parabita. Stessa sorte per un giovane di 39 anni di Melissano, e per un uomo di 45, anch’ egli di Melissano, fermati in due distinti controlli.

Nella zona, in questi giorni festivi, altre quattro persone sono state denunciate, questa volta per guida sotto l’ effetto di droga, e sei segnalate in Prefettura, per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

Alezio. Natale tristissimo per un uomo che ha tentato di togliersi la vita. E’ stato salvato dai Carabinieri, prontamente accorsi, dopo una provvidenziale segnalazione, in casa sua, dove gli hanno prestato le prime cure, per poi trasportarlo a Lecce al ‘Vito Fazzi’.

Castrignano dei Greci. Vigilia di Natale movimentata in casa di un uomo di 49 anni, vittima di un tentativo di estorsione. Questa l’ accusa per cui sono stati arrestati in flagranza di reato e portati in carcere Fabio Lanzilotto, 32 anni, e Matteo Luperto, 30 anni.

Ugento. Sorpresi a cacciare all’ interno del parco naturale e con sistemi non consentiti, tre persone, di 52, 34, e 19 anni, sono state sorprese, identificate e denunciate a piede libero.

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento