ULTIME BREVI DI CRONACA NERA

| 3 Gennaio 2018 | 0 Comments

(g.m.)______

Aradeo. Un incendio ha distrutto questa notte due ombrelloni sul piazzale esterno del ‘Bar Caffè Palmieri’ (nella foto, un interno), e ha provocato seri danni alle pareti del locale. E’ stata la stessa proprietaria a spegnere le fiamme, ed ad avvertire i Carabinieri, che hanno avviato le indagini, anche su di un altro incendio appiccato questa notte a tre cassonetti dei rifiuti, nelle vie Grieco, Gallo e Piave.

Veglie. Avevano rubato tre trattori da un’ azienda agricola e se ne stavano andando via tranquillamente su di una stradina di campagna, ognuno alla guida di un mezzo. Ma sono arrivati i Carabinieri, e allora, ieri sera, complice l’ oscurità, sono fuggiti a piedi, riuscendo a far perdere le proprie tracce, dopo aver abbandonato i trattori, poi restituiti al legittimo proprietario.

Alessano. Colpo grosso, probabilmente in qualche modo preparato, lo stabiliranno le indagini, perché i rapinatori sono andati a colpo sicuro, sull’ ingente bottino, cinquemila euro.

Erano in due, nella tarda serata di ieri, armati e mascherati. Sulla strada comunale per Presicce hanno teso un agguato ad una Lancia Y, con due occupanti a bordo: l’ hanno bloccato mettendosi di traverso con lo scooter con cui sono arrivati, e, sotto la minaccia di una pistola, si sono fatti consegnare la borsa contenente il denaro.

Ruffano. Furto sventato questa notte nell’ impianto fotovoltaico di contrada Masseriglia, dove ignoti si erano introdotti manomettendo l’ allarme di video sorveglianza, ma sono stati costretti alla fuga, dal sopraggiungere comunque della guardia giurata della Folgorpol.

Ruffano. Colpo alla sala giochi “Winplaybet”, dove, penetrati nottetempo forzando una finestra, ignoti hanno portato via i soldi contenuti nelle nove slot machine, per una somma ancora da quantificare.

Nociglia. E’ di 450 euro il bottino della rapina avvenuta ieri sera alla stazione di servizio Esso, sulla statale per Leuca. I rapinatori erano in due, mascherati e armati di coltello, arrivati su una Fiat Punto e con essa rapidamente dileguatisi subito dopo aver arraffato i soldi, minacciando il dipendente al lavoro in quel momento.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento