DAL CONSIGLIO COMUNALE CON TANTO (FIN)AMORE

| 29 Marzo 2018 | 3 Comments

(g.p.)______Consiglio comunale oggi a Lecce, ed ‘esordio’ della nuova maggioranza, la famiglia allargata di Carlo Salvemini, di cui sono entrati a far parte i tre transfughi dal centro destra. Chissà perchè – forse perché certi addii sono lenti e dolorosi, e ci va tempo ad elaborare il lutto – siedono ancora tutti e tre fra i banchi degli ormai ex sodali, anche se hanno costituito il gruppo ‘Prima Lecce’.

In particolare, come si vede nelle foto, che pubblichiamo per gentile concessione dell’ autrice, la collega giornalista Maria Teresa Carrozzo, nei lavori odierni hanno brillato l’ attenzione e la sagacia con cui il neo acquisito al centro – sinistra, nonchè capogruppo di ‘Prima Lecce’, Antonio Finamore ha seguito gli esiti del dibattito.______

LA RICERCA nel nostro articolo di sabato scorso

LECCE: SALVEMINI “RECUPERA” TRE CONSIGLIERI DEL CENTRO-DESTRA ED HA LA MAGGIORANZA IN CONSIGLIO

Category: Cronaca, Politica

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Prima Lecce - tramite mail ha detto:

    Oggi, in Consiglio comunale, abbiamo sostenuto e approvato il “Bilancio di Previsione 2018-2020”, un atto politico di estrema importanza che raccoglie azioni volte a migliorare la qualità della vita dei cittadini leccesi. In modo particolare, attraverso la Tari Sociale – un’esenzione per coloro che hanno un ISEE fino a 6000 euro o che godono di sostegno da parte dei servizi sociali del Comune e riduzione per coloro che hanno un ISEE fino a 9000 euro – questa amministrazione dimostra di essere attenta alle marginalità sociali e alla condizione di vulnerabilità in cui versano molti concittadini. Non solo, attraverso il Piano triennale delle Opere Pubbliche si restituirà sicurezza e decoro a strade e marciapiedi con un occhio attento all’abbattimento delle barriere architettoniche e si ricostruiranno nuovi alloggi popolari nel quartiere San Pio. Tutte azioni che per noi sono prioritarie, perché soddisfano alcune esigenze e bisogni manifestate dai numerosi cittadini incontrati in campagna elettorale, da coloro che ci hanno sostenuto e a cui oggi vogliamo dare delle risposte concrete.

    Anche “Prima Lecce” ha apportato il proprio contributo a questo Bilancio attraverso tre emendamenti: la realizzazione di una palestra coperta nell’Istituto Comprensivo “A. Galateo” di Frigole, presentato dal consigliere Antonio Finamore; un piano di riqualificazione urbana di Viale Aldo Moro presentato dalla consigliera Paola Gigante e la realizzazione di una sede scolastica per l’istruzione primaria nel rione “Aria Sana”, presentato dalla consigliera Laura Calò.

    “Si tratta di un’azione da effettuare in una delle nostre marine – dichiara il consigliere Finamore – in un quartiere periferico, se così possiamo dire, che ha vissuto sinora e per certi versi una forma di emarginazione rispetto alla città. Offrire ai bambini della scuola di Frigole uno spazio adeguato dove praticare attività sportive in orario scolastico tutto l’anno favorirà il loro benessere psico fisico e permetterà loro di godere di un diritto di cui la maggior parte dei bambini beneficia. Non solo, una palestra permetterebbe sia alle società sportive autorizzate di realizzare le proprie attività in orario extra scolastico, sia ai cittadini tutti di praticare sport nel pomeriggio senza doversi spostare e raggiungere la città”.

    “Viale Aldo Moro – dichiara la consigliera Gigante – è un’arteria che ha vissuto negli ultimi anni profondi cambiamenti e uno sviluppo sperato ma inatteso in così breve tempo. Proprio lì insistono numerose attività commerciali, una clinica, centri commerciali, uffici pubblici e, naturalmente, numerose abitazioni. Abbiamo dunque la necessità, segnalataci da tanti cittadini, di ripensare quello spazio attraverso degli interventi in grado di migliorare le condizioni di sicurezza e vivibilità di quell’area. Attraverso questa mozione ho proposto di realizzare dei lavori per la sicurezza stradale prevedendo dei salvagenti stradali, degli attraversamenti pedonali sicuri, uno spartitraffico, dei dossi stradali che limitino la velocità, un’area parcheggio nei pressi degli Uffici dell’Enel e della Clinica Petrucciani e delle alberature nelle zone pedonali che devono essere pensate per consentire a chi vive in quella zona maggiore vivibilità e decoro urbano”.

    “Questo emendamento – dichiara la consigliera Calò – si inserisce nel programma di governo di valorizzazione delle istanze delle periferie, attraverso la realizzazione dei servizi primari per una migliore qualità della vita delle persone e delle famiglie. L’emendamento prevede infatti la realizzazione di una adeguata sede scolastica per l’istruzione primaria nel vasto e periferico quartiere “Aria Sana”, per la quale già esiste un valido progetto preliminare del 2013. Un quartiere in forte e continua espansione che richiede da tempo una scuola e che finalmente la avrà.

  2. Anna Liaci ha detto:

    Ma questi tre pensano davvero che i cittadini siano degli idioti?
    Si sono venduti per un piatto di lenticchie, e tra un po’ vedrete che qualche incarico salterà fuori.

  3. Massimo Fragola, Andare Oltre - tramite mail ha detto:

    Ho letto con una certa amarezza che alcuni vorrebbero distribuire patenti di area agli esponenti politici. E mi riferisco, in particolare, all’attacco grossolano fatto nei confronti dei consiglieri Finamore, Calò e Gigante, i quali sarebbero “fuori” dal centro-destra.
    E cosa sarebbe questo centro destra? Un club esclusivo nel quale bisogna essere ammessi?
    Un circolo chiuso? O cosa?
    Io ho sempre guardato ai partiti e ai movimenti come a sistemi di pensiero e di valori.
    Penso, quindi, che non si possa entrare o uscire da un universo valoriale, come se si prendesse la metropolitana.
    Per questo quello che stiamo facendo a Lecce va oltre i club, oltre i gruppi di potere, oltre le filosofie spicciole, oltre i semplici calcoli elettorali.
    Io, oggi, sto partecipando al nuovo governo di Lecce e lo sto facendo nel nome dei valori e delle idee, che mi hanno sempre chiamato alla buona politica.
    Non iniziative contro le persone ma azioni per la gente di Lecce. Per questo ho continuato a tenere vivi i rapporti col cosiddetto centro destra e con i tanti elettori Cinque Stelle e con quella sinistra solidale che si riconosce nelle azioni di un gruppo indipendente come Andare Oltre, che ha saputo superare le contrapposizioni destra-sinistra senza dimenticare le azioni di solidarietà sociale sulle quali è stato costruito il movimento Andare Oltre.
    Una tra tutte, per citare l’ultima tra le iniziative, quella degli aiuti alimentari per le persone più in difficoltà, che diventerà presto una buona azione di Lecce per i leccesi.
    Per portare in aula questo emendamento non ho dovuto solo subire gli inattesi insulti del Cinque Stelle Valente, al quale rinnovo il mio invito alle immediate dimissioni per manifesta incoerenza rispetto al proprio mandato elettorale, ma, come svelato dalla stampa, ho anche affrontato un braccio di ferro molto duro con la maggioranza.
    Paradossalmente, dopo aver contribuito a rafforzare Salvemini attraverso il dialogo con gli altri consiglieri… ho messo in dubbio il mio voto su questo punto. Ma la politica, per come la leggo io, non è fatta di club ma di pensiero ed azione. Ed io sono fiero di aver rappresentato pienamente tutta Andare Oltre, portando in consiglio quell’emendamento, che diventerà presto buona prassi.
    M

Lascia un commento