BREVI DI CRONACA NERA

| 27 Aprile 2018 | 0 Comments

(v.c.)______

Gli agenti del Gruppo Operativo Antidroga della Guardia di Finanza di Lecce hanno arrestato ieri Ciro Vacca, 63 anni, di Cavallino, pregiudicato, coinvolto fra l’ altro nel ferimento del collaboratore di giustizia Gioele Greco. L’ uomo aveva con sè, in un’ abitazione di Lizzanello, due ordigni esplosivi, venticinque grammi di marijuana e  cinque cocaina. Su disposizione del pubblico ministero Carmen Ruggiero, è stato portato nel carcere di Borgo San Nicola.

 

Rubare due telefonini non è che sia una grande colpo. Pensare di farlo all’ interno di una sagrestia di una chiesa, ai danni dell’ intera parricchia, è rirpovevole. Eppure c’è chi l’ ha pensato e l’ ha fatto. E’ successo ieri a Leverano, come denunciato dal parrocco della ‘Madonna della Consolazione’.

 

Nuovo furto di rame all’ interno di un impianto fotovoltaico, un genere di attività illecita purtroppo sempre diffusa. L’ ultimo ‘colpo’, di cinquecento cinquanta netri di cavi, l’ altra notte a Copertino.

 

L’ auto rubata a Maglie aveva il gps, il sistema di rilevamento inserito. Così ieri, seguendo le tracce del segnale lanciato dalla Audi 3, i Carabinieri si sono presentati a Scorrano, in casa di Antonio De Cagna, 46 anni, pregiudicato, dove era custodita nel garage. Inoltre i militari hanno trovato pure in giardino quarantuno piantine di marijuana. L’ uomo è statao arrestato e, su disposizione del magistrato, posto ai domiciliari.

 

Una coppia di 46 anni lui, 31 lei, entrambi romagnoli, è stata denunciata a piede libero per furto aggravato in un supermercato di Otranto. I due son stati sorpresi con addosso generi alimentari non pagati alle casse.

 

 

 

S

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento