EMOZIONE CONTINUA / CADE L’ ULTIMA ‘FAVORITA’

| 7 Luglio 2018 | 0 Comments

(Rdl)______2 a 1 al Brasile! Diavoli rossi del Belgio! Per decenni, sapevano fare solamente la tattica del fuorigioco, e davano fastidio, perché all’ epoca nessuna la conosceva. Poi, non appena tutti gli altri si son attrezzati, sono piombati nell’ anonimato.

Da poco si sono evoluti. Confermiamo, però: hanno una buona organizzazione, ottima tenuta atletica, ma il così detto loro fuoriclasse è solo un buon giocatore, e il terminale offensivo è imbrazzante come il suo nome.

Eppure, ieri sera hanno eliminato il Brasile. E’ questo il calcio, la dura legge del gol, e pure degli autogol. E dei rigori dati o non dati: come direbbe ora, se fosse ancora vivo, Vujadin Boskov, e tanto basta e avanza: “Rigore è quando var segnala. Se var non segnala, non è rigore”

Hanno giocato un tempo solo, i Belgi, ed è bastato, anche per la leggerezza comportamentale dei Brasiliani, che li hanno schiacciati a lungo, con sempre però quella supponenza che tanto prima o poi la superiorità tecnica sarà premiata.

Invece hanno riaperto la partita ad un quarto d’ora dalla fine, e poi non ce l’ hanno fatta.

Un’ altra delusione, l’ ultima.

E per questi bellissimi mondiali di Russia 2018, un’ altra grande, presunta favorita, che cade.

Ora, non ce ne sono più.

In semifinale va pure la Francia, che, senza strafare, regola 2 a 0 l’ Uruguay, senza il migliore Cavani, infortunato, e poi con l’ infortunio, nel senso di papera determinante, del suo portiere.

Oggi si completa, fra Svezia o Inghilterra, e fra Russia o Croazia.

La fase decisiva, Di una sola, ci ricorderemo, quella che arriverà fino alla fine.

 

Category: Sport

Lascia un commento