banner ad

“Feritoie ogivali”, LA NUOVA RACCOLTA DI POESIE DI MARINA PIZZI PER iQdB EDIZIONI

| 4 settembre 2018 | 0 Comments

di Chiara Evangelista______

Feritoie ogivali la pietà del muro

quando si affloscia la cicogna

in coma. Il compleanno dei sassi

si fa guerra contro chiunque. Quasi

dimessa perfino la meraviglia

di stare occasi in fronte al sole.

Medaglia al valor civile la conchiglia

canterina musicante per erigere

una giacchetta con l’alta moda.

Dal gioco dei dadi escono numeri

in un baleno, ma non vinco che

delusioni e sismi di petto senza

meraviglia. A me fatali i vizi e

le cancrene per cresime infernali.

 

Ogni parola si assume la responsabilità di essere la struttura portante del verso.

L’accuratezza nello scegliere i termini giusti per creare impalcature di echi del passato (Con la colla dei bambini/ attacco le figurine per la guarnigione/dell’album di famiglia, ma non serve/ sono tutte strippate dalla rabbia di/ essere nata meditabonda ed aspra,) ma anche per rantolare il disincanto del presente (Ho il fango nel sangue e non/ riesco a scovar parola. Da intrusa/ non merito sconfitta né alate farfalle/di commiato).

I versi di Marina Pizzi non rotolano nel silenzio, “il dolore fa cilecca lungo il macellaio dell’io”. Un “museo di sogni rotti” è il nuovo libro di Marina Pizzi, “Feritoie ogivali”, edito da iQdB Edzioni e disponibile su Amazon.

Dentro “castelli dal ghiaccio imbalsamati”, il verso libero straripa di sorrisi, favole, fulmini e miti dirompenti.

Una poetica che cerca oasi in cimiteri, versi che non aspettano l’alzarsi delle sbarre al passaggio a livello, per arrivare dritti al capolinea.

 

Qui il link per acquistare il libro:

https://www.amazon.it/Feritoie-ogivali-Marina-Pizzi-ebook/dp/B07GYRR6X7/ref=sr_1_2?s=books&ie=UTF8&qid=1536007748&sr=1-2&keywords=marina+pizzi

 

 

 

 

 

Category: Cultura

Lascia un commento

banner ad
banner ad