MASSIMO BOSSETTI CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA

| 13 ottobre 2018 | 0 Comments

(Rdl)______E’ ormai notte quando da Roma arriva il verdetto. Definitivo, secondo il nostro ordinamento giudiziario. La Cassazione ha respinto tutti i ventitré motivi del ricorso presentati dai legali della difesa (nella foto). In particolare, secondo i giudici, non si può mettere in discussione la validità della prova del dna, quello che sia, trovato sugli slip di Yara e con un’ indagine unica al mondo, su campioni prelevati a ventimila persone, attribuito all’ imputato, pur in mancanza di altre prove certe che riportino a lui la responsabilità del delitto.

Viene quindi confermato in terzo e ultimo grado la condanna all’ ergastolo.

leccecronaca.it ha chiesto di spiegare questa sentenza per i nostri lettori all’ avvocato Antonio Nuzzoli, che di recente ci ha illustrato egregiamente, in termini semplici, quanto chiari, la sentenza per l’ omicidio di Noemi.

Ci vorrà il tempo di studiare le carte, e aspettiamo le sue libere valutazioni giuridiche.

Intanto, riproponiamo qui di seguito, quale contributo di cronaca, il nostro articolo di poco più di un anno fa, in occasione del verdetto di secondo grado.

Questa sentenza di oggi della Cassazione ha fugato i dubbi che c’erano?______

LA RICERCA nel nostro articolo del 17 luglio 2017

ERGASTOLO BIS PER BOSSETTI. MA I DUBBI RIMANGONO

Category: Cronaca

Lascia un commento