ALLA SCOPERTA DELL’ITALIA DI SERIE B – 7 / CARPI

| 1 dicembre 2018 | 0 Comments

(g.p.)______Cambia la geografia del calcio, in quella zona. Il Bologna va su e giù, comunque nella media mediocrità, sono arrivate la gloriosa, ben ritornata, Spal di Ferrara, e il per tanti versi incredibile Sassuolo.

In serie B, anche di più: non ci sono più protagoniste di un tempo, come Reggiana e Modena.

Ma ci sono realtà nuove, come il Carpi.

In quella zona, la geografia dell’ anima è sempre quella, la via a tracciare il confine, fra Emilia e Romagna, affianco l’ autostrada, e poi ancora la ferrovia. Certe notti la macchina è calda, fra cosce e  zanzare, e nebbie e locali a cui dai del tu. Tante facce che diventano una sola, davanti un altro viaggio, e una città per cantare.

Carpi dista solo venti chilometri da Modena, ed ha settantamila abitanti, molti dei quali arrivati negli ultimi anni, dall’ est Europa, dal Nord Africa e dall’ India.

Città medioevale, conserva un pregevole Duomo di epoca Cinquecentesca, ed un castello, sulla piazza Martiri (nella foto), sempre di epoca rinascimentale.

Poi, industrie tessili, capannoni, fabbrichette e aziendine.

Ma pure culturalmente attenti: hanno saputo inventarsi una rassegna di tutto rispetto, di spessore internazionale, il Festival della filosofia.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad