banner ad

BREVI DI NERA

| 16 febbraio 2019 | 0 Comments

(Rdl)______

Incredibile furto di una BMW 640 Coupè (nella foto, un esempio del modello), del valore di 100.000 euro, ieri pomeriggio a Lecce. Il proprietario, mentre transitava per via Giammatteo, si è visto affiancare da una Fiat Bravo di colore scuro, con due uomini a bordo, che gli hanno segnalato di fermarsi agitando una paletta simile a quella in dotazione alle Forze dell’ Ordine, ma, una volta sceso, è stato spinto a terra da uno dei due, che si è poi messo alla guida della Bmw, partendo a razzo con dietro la Bravo guidata dal complice.

 

Identificato il presunto autore del tentato furto di generi alimentari commesso ai danni di un ristorante di Tricase lo scorso 22 dicembre, quando il ladro, scoperto dal proprietario, abbandonò la refurtiva, fuggndo a bordo di una Fiat Panda, poi risultata rubata.

Secondo le indagini degli inquirenti, si tratta di Giovanni Russo, 45 anni, di Tricase. Si trova ora ai domiciliari.

 

Un uomo di Lecce di 46 aani è stato denunciato a piede libero con le accuse di truffa, circonvenzione di incapace e falsità ideologica. Si è fatto intestare una procura speciale, spacciandosi poi per nipote della sua vittima, da un’anziana di 93 anni ricoverata all’ospedale di Scorrano, alla quale ha così portato via dal  conto corrente 12.000 euro.

 

Denunciato a piede libero, a seguito di querela di parte, un autista delle linee urbane di Lecce città: ieri ha vietato ad un ragazzo di 15 anni di salire a bordo perché sprovvisto di biglietto.

 

Un rapinatore dal volto travisato ha fatto irruzione ieri sera nella casa di un’anziana di 82 anni, alla quale ha portato via soldi e libretto postale, ed è poi fuggito nel buio delle campagne circostanti l’abitazione in una zona isolata di Magliano.

 

Colti in flagranza di reato dai Carabinieri, mentre portavano via capi di abbigliamento e calzature per un valore di 40.000 euro da un negozio di Cutrofiano attualmente chiuso perché sotto sequestro giudiziario, tre persone sono state arrestate, e si trovano ora ai domiciliari. Si tratta di Fernando Russo, 58 anni, di Cutrofiano; Maurizio Coccioli, 55 anni, di Corigliano d’Otranto; e Maurizio Bisanti, 50 anni, di Cutrofiano. Dnunciato invece a piede libero un giovane di 20 anni che era con loro.

 

Un giovane di Copertino di 28 anni, alla guida di un’ Ape Piaggio, sulla via Galatina, ieri mattina, ha provocato un incindente stradale, in cui è rimasta ferita la conducente di un’ Opel Corsa, ma non si è fermato a prestare soccorso. E’ stato rintracciato poco dopo dai Carabinieri, che lo hanno denunciato a piede libero per lesioni personali e omissione di soccorso, ma pure per ricettazione, in quanto il mezzo è risultato avere il numero di matricola abraso.

 

Avevano costruito un’abitazione di circa 30 metri quadri, su di un terreno nel territorio di Lequile, di loro proprietà, senza averne le necessarie autorizzazioni, e avevano spianato una strada di acesso con materiali edili di scarto e lastre di eternit contenenti amianto. Così tre persone di Copertino, di 55, 52 e 48 anni sono state denunciate a piede libero per lavori eseguiti senza permsso e per gestione illecita di rifiuti.

 

Arrestato un giovane di 28 anni di Taranto, con le accuse di  maltrattamenti in famiglia, percosse e diffamazione, per aver aggredito a calci la sua convivente di 28 anni, soccorsa dagli agenti della Polizia di Stato, ai quali ha poi raccontato le violenze fisiche e psicologiche cui era sottoposta da due anni, per “gelosia”.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad