banner ad

BREVI DI NERA

| 19 febbraio 2019 | 0 Comments

(e.l.)______

Rapina fallita ieri sera ad un supermercato di Trepuzzi (nella foto, uno scorcio del centro). Un rapinatore solitario ha fatto irruzione armato di coltello e mascherato, ma le commesse, prima di allontanarsi, hanno chiuso tutte quante le loro casse, e così al giovane non è rimasto altro che scappare. Indagini dei Carabinieri in corso.

 

Colto in flagranza di reato, mentre si allontanava con la refurtiva, apparecchi elettrici e videogiochi, rubati da due abitazioni in questo periodo disabitate, a Torre Suda, questa notte un giovane di Racale di 35 anni, Davide Rizzo, è stato arrestato dai Carabinieri. Si trova ora ai domiciliari.

 

Trovati, abbandonati, quattordici chili di marijuana, sulla spiaggia di Punta Penna Grossa, marina di Carovigno, parte di un carico o perso, o volutamente buttato in mare, per sfuggire a qualche controllo, dai trafficanti in uno dei loro frequenti viaggi dall’ Albania al Salento.

 

Nuovamente colpita la sede del M5S in via Milizia a Lecce. Dopo il raid vandalico dello scorso novembre all’interno del locale, questa notte ignoti hanno imbrattato con spray e vernice la saracinesca di ingresso e i muri adiacenti. Indagini della Polizia in corso.

 

Invece dei 50 euro pattuiti, quando, alla fine del lavoro, nelle campagne di Castellaneta, il giovane immigrato voleva giustamente  essere pagato, gli dà una coltellata. Questa mattina i Carabinieri hanno fermato Philip Koku, 40 anni, di nazionalità sudanese, residente a Bernalda. “caporale” di altri immigrati, con le accuse di tentato omicidio, e di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

 

Domenico Lafronza, 51 anni, di Bari, pregiudicato, è stato arrestato dalla Polizia di Stato con l’accusa di essere l’autore, insieme ad altri complici attualmente ricrcati, di alcuni furti avvenuti questa estate ai danni di famiglie di Lecce. La banda – secondo gli inquirenti – era specializzata nell’impossessarsi di chiavi di casa incautamente lasciate nelle auto in sosta vicino alle spiagge dai loro proprietari, che, al ritorno in macchina, le trovavano esattamente dove erano, e, al ritorno a casa, la trovavano invece svaligiata. Si trova ora nel carcere di Bari.

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad