banner ad

ESCE LA RACCOLTA DI RACCONTI DEL CONCORSO “Puglia quante storie 2”, ORA C’E’ DA SCEGLIERE IL MIGLIORE

| 24 aprile 2019 | 1 Comment

di Raffaele Polo______

Con questo “Puglia quante storie 2” continua il discorso editoriale intrapreso da tempo da ‘I libri di Icaro’, teso a tastare il polso alla narrativa incentrata prima sul Salento (inizialmente, infatti, si titolava ‘Salento quante storie’ la kermesse dedicata agli scrittori affamati della nostra terra…) e poi all’intera realtà della regione Puglia.

Il meccanismo è sempre lo stesso, molto semplice: gli scritti vengono sottoposti ad una giuria qualificata che ne seleziona dieci. E sono proprio questi che vengono, poi, sottoposti al giudizio dei lettori per la premiazione finale, raccolti in un volume.

Il momento più interessante, però, è proprio questo, quando cioè si possono leggere i racconti prescelti, deliziandosi di una antologica ed accurata profusione di muretti a secco, ulivi secolari, masserie e marine che tutti ci invidiano. La nostra regione, la Puglia, è lo sfondo, la protagonista sempre positiva di vicende umane, amori ed avventure tra le più disparate. E riesce nella magia di perpetuare la piacevole frequentazione dei ‘turisti letterari’ che si avventurano per i suoi fascinosi percorsi.

In questa curata edizione, in particolare, si avvicendano soprattutto storie prevalentemente di autrici, rispetto alla minoranza maschile, che la giornalista Giovanna Ciracì così sintetizza, in prefazione: “Dieci storie in cui spesso il passato e il presente si fondono, come accade in ‘Il morso immortale’ di Maria Alemanno. O in cui, tra i tanti elementi, emerge quello della memoria, che ci riporta indietro nel tempo. Ne sono un esempio ‘La collana di perle’ di Vita Iaia e ‘L’ortale’ di Giuliana Greco, basati sui ricordi della propria infanzia. C’è chi usa il proprio racconto come strumento di denuncia sociale, come Alba Mazzarella, che scrive ‘Giorno dopo giorno, tra la terra e il cielo’, nel quale invita a considerare la città di Taranto sotto vari aspetti; e una visione sociale ci viene data anche dal giovane Antonio Galati, con il suo racconto ‘L’Apulia’, in cui si uniscono pensieri e vicissitudini di ragazzi che partono dalla Puglia per conoscere l’estero. C’è chi porta il lettore in viaggio con sé per tutto il tacco d’Italia, passando per ogni provincia pugliese, come Simone De Filippis, autore di ‘Siamo arrivati, papà?’, e c’è chi ci regala coinvolgenti narrazioni profondamente umane, come Felicita Amodio con ‘Momenti perfetti’, Silvia De Lorenzis con ‘Ritorno alle origini’, Paola Manno con ‘La cagna’ e Carmen Daprile con ‘Italianissimo e di autore maschio’”

Interessanti e ben scritti, i racconti si fanno leggere con piacere per la loro scorrevolezza e formano un assieme che certifica, ancora una volta, come esistano, nel nostro ambito, sollecitazioni e realtà letterarie di ottimo spessore che iniziative come questo ‘Puglia quante storie’ riescono, finalmente, a far emergere.

Il libro è in distribuzione al costo di 20 euro ed ha il patrocinio, tra gli altri, della Provincia di Lecce, dei Comuni di Lecce, Brindisi, Casarano, Mesagne e Melpignano.

 

Category: Cultura

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Frank ha detto:

    Meravigliosa iniziativa letteraria.

Lascia un commento

banner ad
banner ad