SIC ET SIMPLICITER. MANIFESTAZIONE NO TAP A BARI, CHIESTO A GRAN VOCE E CON URGENZA IL VARO DEL PROVVEDIMENTO PER SAN FOCA ANTI GASDOTTO

| 5 giugno 2019 | 0 Comments

(Rdl)______Bari, 5 giugno 2019. “Ci sono tutti i presupposti, come già dichiarato da Università di Bari, Università del Salento e Arpa Puglia nel tavolo tecnico istituito in regione. San Foca non può essere un sito di interesse minore solo per paura di intralciare i lavori di qualche multinazionale privata. La tutela dell’ambiente è sancita sia nella nostra costituzione che nelle direttive europee.
Il presidente Emiliano deve quindi fare un gesto politico ed istituire, attraverso una delibera di giunta e senza ulteriori perdite di tempo, il SIC a San Foca”.

Lo ha dichiarato questa mattina il sindaco di Melendugno Marco Potì (nella foto), a Bari, davanti il palazzo della Regione Puglia, dove è ancora in corso di svolgimento una manifestazione del Comitato No Tap e del Comitato Mamme No Tap, per chiedere il varo del provvedimento per il mare e le spiagge di San Foca, zona caratterizzata, come rilevato di recente, da un preziosissimo eco-sistema

Per Sic si intende ‘sito di interesse comunitario’, e tale dichiarazione, di competenza regionale, sarebbe un ulteriore ostacolo per Tap, per le valutazioni di impatto ambientale del gasdotto e i permessi ancora da verificare.______

L’APPROFONDIMENTO nei nostri due ultimi articoli dedicati alla questione, del 3 giugno e del 31 maggio

TAP, NON E’ ANCORA DETTO…SUSSURRI E GRIDA: SOSPETTI E RICHIESTA DI INTERVENTO AI MAGISTRATI. CHE COSA STA SUCCEDENDO NEL CANTIERE DI SAN BASILIO A MELENDUGNO? E CHE COSA POTREBBE SUCCEDERE? TUTTO A CAUSA DI QUESTO GASDOTTO, DEFINITO IN CONFERENZA STAMPA QUESTA MATTINA “un attentato contro l’umanità”

 

PRESIDENTE MICHELE EMILIANO, LEGGA QUI PER FAVORE, E POI LA SMETTA DI RACCONTARE BARZELLETTE SUL GAS

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento