banner ad

ANDREA CAMILLERI IN CONDIZIONI CRITICHE. UN CANNOLO ALLA RICOTTA, UN PASTICCIOTTO ALLA CREMA, E UN CAFFE’

| 28 giugno 2019 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

I due, adesso, erano al tavolino di un bar. Abbandonata la panchina, eccoli che continuano i loro profondi discorsi davanti ad un caffè e un cannolo per Montalbano, un pasticciotto per Rizzo.

‘La nostra identità si può facilmente dedurre dal dolce che preferiamo…’ ha sorriso Rizzo, addentando golosamente il pasticciotto.

‘Vero è’ ha bofonchiato Montalbano che combatteva con la generosa rricotta che fuoriusciva dal cannolo.

‘Vedi Salvo, scusa se ti chiamo per nome…’ ha cominciato Rizzo, leccando dalle dita gli ultimi frammenti di crema.

‘Ci mancherebbe, per carità, carissimo, io Salvo mi chiamo…’ ha risposto Montalbano, mescolando lo zucchero nella tazzina di caffè.

‘Vedi Salvo, la nostra realtà, in effetti, secondo i canoni della corrente definizione, non esiste.

Dove trovi, ad esempio, un bar, proprio in questo posto, dove si può assaporare contemporaneamente un pasticciotto leccese e una cannolo siciliano, magari proprio come lo fanno a Vigata? Nella realtà ‘umana’, definiamola così, non esiste, non può esserci. E invece noi siamo qui, noi, personaggi usciti dai libri siamo in un luogo che c’è e non c’è, di là c’è il nostro Maestro, il tuo Creatore, che è alle prese con un altro, importante episodio della sua vita terrena… Si mescola tutto con grande armonia, siamo noi che non riusciamo a capire quello che accade, vogliamo solo che le nostre fallibili e inesatte leggi terrene siano applicate in toto, sennò storciamo la bocca e diciamo che è impossibile…’ ha spiegato Rizzo, guardando fisso negli occhi Montalbano.

Sarebbe a dire che io, Commissario Montalbano, per non saper né leggere né scrivere, sono una figura fantastica, e come me sono tutti quelli che escono dalle pagine degli scritti del nostro Maestro Camilleri? Però, sono qui, bevo il caffè, parlo con te e tra poco torno al Commissariato e riprendo il lavoro. Ma allora, è tutta una camurria!’ si è agitato il Commissario.

‘Salvo, ascoltami. Ti faccio un esempio. Se io scrivo una biografia su Garibaldi, tanto per dire, scrivo di un Garibaldi che s’incontra a Teano con Vittorio Emanuele e dice ‘Obbedisco’.

Ci sono anche i quadri, le illustrazioni, a quei tempi non c’era la TV sennò sai quanti filmati sarebbero andati nei telegiornali. Ora, quanti Garibaldi ci sono: quello vero, quello della mia biografia, quelli ripresi da pittori e storici, quelli che sono interpretati da attori nei film…

Insomma, inizi a capire che la ‘realtà’ di Garibaldi sfuma e si perde in mille rivoli che sono fantasia, interpretazioni, riletture, biografie, film… Ma a noi, in realtà, cosa interessa: Garibaldi o la ‘figura’ di Garibaldi, l’immagine che ci siamo formati dentro e che, per ognuno di noi, è un diverso Eroe dei due mondi? In un certo senso, ecco spiegata l’idea pirandelliana di ‘Uno nesuno e centomila’…’ Rizzo si è fermato e ha finito di sorbire il caffè.

 

Però, tutt’nzemmula mi parvi di capire che sempre accasa stiamo. Pirandello, il mio monumento a Porto Empedocle, la Sicilia…’ ha detto Montalbano, tra sé e sé.

‘Vedi che cominci a capire, caro il mio Commissario? Quel monumento, ad esempio, non ti somiglia. Tu hai le fattezze di Zingaretti oppure è lui che è veramente Montalbano e non lo sapeva, ma non è importante questo, è importante come ti vede e ti considera la gente, è importante l’idea Montalbano che, ormai, è storia e non la può cancellare nessuno…’ ha concluso Rizzo che, ad una cameriera che si avvicinava, ha ordinato un cannolo come quello del Commissario.

Montalbano ha fatto un sorrisino e poi ha chiesto: ‘Signor sotuttoio, e come minchia lo spieghiamo che la cammarera ci ha visti e ci sta portando i cannoli?’.

Anche Rizzo ha sorriso e, forbendosi le labbra col tovagiolino di carta, ha risposto.

(5. continua)______

LE PRECEDENTI PUNTATE A QUESTI LINK

ANDREA CAMILLERI IN CONDIZIONI CRITICHE. L’ UFFICIALE RIZZO, DAL SALENTO IN MISSIONE SPECIALE, HA APPENA RICEVUTO UNA VISITA PARTICOLARE, PARTICOLARISSIMA. E LA VUOLE RACCONTARE A leccecronaca.it

ANDREA CAMILLERI IN CONDIZIONI CRITICHE. L’ UFFICIALE RIZZO, DAL SALENTO IN MISSIONE SPECIALE, LA RACCONTA A leccecronaca.it… – “E quale minchia è il mondo reale? Tu lo sai?’ GLI HA GRIDATO SUBITO MONTALBANO

ANDREA CAMILLERI IN CONDIZIONI CRITICHE. VICINO A LUI, IN MISSIONE…DUE PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE

ANDREA CAMILLERI IN CONDIZIONI CRITICHE. LA MISSION IMPOSSIBLE DELL’UFFICIALE RIZZO

 

Category: Cultura

Lascia un commento

banner ad
banner ad