banner ad

IL SUCCESSO DI ‘Sul mio corpo che trema’, L’ULTIMA RACCOLTA POETICA DI STEFANO GIUSEPPE SCARCELLA

| 6 settembre 2019 | 0 Comments

di Raffaele Polo_______

Edito da Aletti ‘Sul mio corpo che trema’ di Stefano Giuseppe Scarcella (nella foto, durante la presentazione a Rocca Imperiale, nell’ambito del festival letterario ‘Il Federiciano’ di fine agosto) viene così presentato dallo stesso autore: “Questa raccolta poetica è un traguardo da cui ripartire e ne sento il peso della responsabilità. Vent’anni di addestramento e di passione che mi hanno portato verso una poesia pulita, lavata e nitida, che mi hanno reso adulto, maggiorenne nella scrittura, che mi hanno cambiato profondamente. Passando dalla scrittura per sofferenza, attraversando un riequilibrio di bisogni e attitudini, giungendo al tentativo di allineare sullo stesso orizzonte autore e lettore, così da far rinascere lo stesso vibrato, l’identico tremore, la medesima emozione.

Fermo qui il mio tentativo di duplicare, triplicare, centuplicare le orecchie, il sentire, è in questo infinito che la vita realizza la poesia e la poesia ne diventa padrona, l’essenza. Fermo qui il tentativo di far vivere la poesia come io la vivo. Nel tremore poetico, sostanziale, nel tremore delle mani, della terra sotto ai piedi, nel tremore dell’occhio, della palpebra, nel tremore vulcanico, improvviso, in quello alle gambe quando senti di morire, di non farcela, nel tremore interno, perpetuo e duro da sopportare.

Sul mio corpo che trema ogni volta che scrivo una poesia sognando il suo respiro, chiedendomi: e se fosse l’ultima?”.

 

Questa raccolta del poeta di Melissano è ‘un lavoro ornato, progettato in punta di piedi, fatto di sussulti, di palpiti, uno dopo l’altro, e che nasconde, nel suo rovescio, altre vibrazioni: sacrifici e porte chiuse, testardaggine e perseveranza, sogni e speranze, ma anche nodi stretti in gola e coliti. E poi ancora, splendidi equilibri’.

Poco altro da aggiungere, se non che il bravo Scarcella continua a mietere meritati successi, soprattutto fuori dal Salento, a conferma della propria duttile predisposizione alle sensibilità dell’animo…

Category: Cultura, Libri

Lascia un commento

banner ad
banner ad